Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tragedia di Ventotene

venerdì i funerali

La spiaggia maledetta, quella dove ieri si è verificato il crollo di un pezzo di parete che ha travolto e ucciso Francesca Panuccio e Sara Colonnello, le due studentesse di 13 e 14 anni in gita scolastica sull’isola di Ventotene, è stata posta sotto sequestro. La procura di Latina al momento procede contro ignoti per il reato di duplice omicidio colposo e lesioni aggravate. Non c’è nessun indagato. Il procuratore aggiunto, Nunzia D’Elia, ha spiegato oggi che le indagini proseguono a 360 gradi per verificare la consistenza geologica della roccia e per capire se ci siano state, in passato, avvisaglie della tragedia e se qualcuno le abbia ignorate. Ai carabinieri è stata affidata la delega per prime verifiche di carattere amministrativo. I militari hanno già fatto un sopralluogo a cala rossano, teatro della tragedia, dove sono state scattate diverse fotografie, mentre questa mattina è stata allargata la recinzione lungo la spiaggia.

Anche la regione lazio è al lavoro per gli accertamenti. La presidente Polverini, che ieri ha dichiarato lo stato di calamità, ha inviato i suoi tecnici. In mattinata hanno partecipato a una riunione con il sindaco di Ventotene, Giuseppe Assenso, il direttore del dipartimento regionale ambiente Giuseppe Tanzi e i funzionari del genio civile di Latina.

C’è ancora dolore e incredulità intanto nella scuola Anna Magnani di Morena, dove studiavano le due ragazze. I compagni sono seguiti da alcuni psicologi. I ragazzi che si trovavano ieri a Ventotene con le due vittime, oggi sono tornati in classe. Per loro, ancora sotto choc per l’accaduto, oggi niente lezione. La scuola ha osservato un minuto di silenzio. La camera ardente delle due sfortunate ragazze sarà allestita in una chiesa di morena. I funerali si terranno venerdì. Per quel giorno il sindaco Alemanno ha indetto il lutto cittadino. Le famiglie di Sara e Francesca hanno deciso che i funerali di venerdì si svolgeranno in forma privata, lontano da politici e giornalisti. Saranno presenti solo i familiari e gli amici.

Sara e Francesca avevano scritto insieme a due compagne della III E un articolo che campeggia oggi sui muri della scuola. Le due ragazze avevano infatti trattato il tema del razzismo sul giornalino dell'istituto Anna Magnani. Di qui la decisione da parte della scuola di farne numerose copie da distribuire a chi parteciperà ai loro funerali.

 
 

[21-04-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "L'arrivo delle salme e le parole di Alemanno"
 
 
  CORRELATE