Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Minicar, i trucchi proibiti

centinaia le vetture fermate

Dopo le due tragedie in pochi giorni, è in arrivo un giro di vite sulle minicar. Controlli a in varie zone della città sono stati attivati dalla polizia municipale, davanti ai licei e nelle strade più frequentate dai giovani sono state centinaia le vetturette fermate.

Multe e sequestri sono scattate per chi ha modificato carrozzerie e motori. Si tratta infatti di una moda dilagante tra i giovanissimi, come confermano i molti video messi su youtube con consigli e confronti sulle macchinine truccate, e persino vere e proprie gare.  È un mercato fiorente quello delle microcar, e sempre più meccanici sono disponibili al cosiddetto tuning: oltre al design, si modificano assetti, marmitte, ma alcune officine tolgono anche i limitatori, intervenendo sul variatore o sulla mandata di gasolio.

Modifiche relativamente facili, che richiedquemila circa sono quella circolanti.  Sei i modelli più venduti, con prezzi di vendita che partono dai 10mila euro: decisamente esagerata la differenza tra i 7-8mila di una normale utilitaria, con sistemi di sicurezza avanzati, come airbag e abs, e quello di una microcar. 

Sono vetture leggerisime, circa 350-400 chili, la cui carrozzeria è fatta di plastica o vetroresina, con telai in tubi. Molte le ombre anche sullo status previsto dal codice della strada: sono considerate ciclomotori, guidabili da un ragazzo di 14 anni con la stessa licenza di un motorino.  Sono allo studio norme per innalzare l'età minima a 16 anni e per rendere obbligatorio il conseguimento di una vera patente di guida, ma il provvedimento è fermo in senato da mesi. Al momento l’equiparazione ai ciclomotori è pressoché totale: non è consentito ai minorenni il tasporto di passeggeri e non esiste  l’obbligo di indossare le cinture di sicurezza. 

Bastano poche ore di lavoro per portare da 45 a più di 90 chilometri orari la loro velocità massima. Il costo varia da un minimo di 100 euro fino a 500- 600 euro.  Cifre che spesso i giovanissimi riescono ad ottenere dai genitori con l’inganno, senza contare che fanno automaticamente decadere la garanzia.  Nella capitale se ne vendono un migliaio all'anno, cinLe statistiche parlano di un numero doppio di incidenti rispetto alle auto, da cui i costi alti delle assicurazioni. E' soprattutto elevato l’indice di mortalità per incidente: 2,66%, contro l’1,98% delle moto, 1,03 dei ciclomotori e 0,78 delle auto.  Ultimi nei, con queste "minivetture" si può sfuggire alla patente a punti e si può ottenerne il noleggio anche quando il permesso di guida è stato revocato. Un facile espediente per pirati della strada.

 
 

[17-04-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Testacoda su una minicar"
 
 
  CORRELATE