Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Giallo in una villa a Trigoria

pensionata, ex hostess trovata morta. Vestiti sporchi di sangue in lavatrice

La villa dove è stato ritrovato il corpo della 60enne Giallo a Trigoria: il corpo senza vita di una pensionata di circa 60 anni, Silvia Pellissier, ex hostess, è stato trovato senza vita in una villa a via di Trigoria 191. BLa donna, benestante, viveva da sola in una grande villa con piscina, il suo corpo è stato trovata nel bagno per terra con una grossa ferita alla testa, semi nuda e con addosso un impermeabile, con accanto un vaso rotto. Gli investigatori hanno anche trovato all'interno della lavatrice alcuni vestiti sporchi di sangue.

Per gli investigatori però potrebbe essersi ferita in giardino dov'è stata trovata una grossa macchia di sangue e aver messo lei i vestiti in lavatrice. Al momento gli investigatori non escludono nessuna ipotesi, in attesa dell'esito dell'autopsia, anche se sembrano propendere per l'ipotesi di un malore. A chiamare i soccorsi il figlio dell'ex marito. La donna viveva da sola nella villa, con solo un guardiano nella dependance, un uomo polacco.
 
La donna aveva appuntamento con i figli dell'ex marito deceduto per una cena fuori. Non vedendola arrivare, preoccupati, i figli hanno più volte provato a telefonare invano a casa. Arrivati nella villa hanno forzato la porta e trovato la donna in bagno in una pozza di sangue. Sulla vicenda indaga la squadra mobile della Questura di Roma. Al momento non si esclude nessuna ipotesi.

Intanto gli investigatori della squadra mobile di Roma, coordinati da Vittorio Rizzi, hanno 'congelato' la scena del crimine e stanno analizzando tutti gli aspetti della morte misteriosa. Primo tra tutti la vistosa macchia di sangue trovata dagli investigatori in una sorta di dislivello del giardino. Una macchia di sangue accanto ad un muretto sul quale c'era anche una pianta sradicata. Elementi, questi, che porterebbero a pensare ad una caduta accidentale della ex hostess. Ma, e qui arriva il primo mistero, non esistono gocce di sangue, tecnicamente 'gocciolamento', tra la macchia ematica in giardino e il bagno di servizio del piano terra dove la donna è stata trovata. Una possibile spiegazione potrebbe essere che Silvia Passler, dopo la caduta, si sia rialzata da sola in stato confusionale e si sia diretta verso il piccolo bagno dove si è tolta i vestiti insanguinati, infilandoli in lavatrice, e rimanendo solo con un impermeabile indosso.

[16-04-2010]

 
Lascia il tuo commento