Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Scontro tra titani

di Louis Leterrier. Con Sam Worthington, Gemma Arterton

di Svevo Moltrasio

Perseo, semi Dio figlio di Zeus, guida un gruppo di coraggiosi guerrieri umani nella guerra contro gli Dei. Dovranno viaggiare per mari e per terre, fino all'inferno, e incontreranno mostri di tutti i generi. La battaglia sarà sanguinosa e senza esclusione di colpi.

Remake di un film dell’81, SCONTRO TRA TITANI è affidato alla modesta regia di Louis Leterrier, già responsabile del deludente L'INCREDIBILE HULK. Tra armature e nuvolette si trovano attori del calibro di Liam Neeson e Ralph Fiennes, in piccoli ruoli in verità, mentre il protagonista è il lanciato Sam Worthington di AVATAR e TERMINATOR SALVATION.

Come accaduto con ALICE IN WONDERLAND, anche in questo caso la produzione ha pensato bene di ricorrere ad un 3D posticcio nella speranza di cavalcare l’onda del nuovo fenomeno. I dati al botteghino non sono pienamente incoraggianti, e in generale si ha la sensazione che questo tipo d’utilizzo della nuova tecnologia – sfacciatamente commerciale – porterà ad una rapido calo d’interesse nel pubblico. Il film inoltre è stato pesantemente stroncato dalla critica, a dire il vero sempre molto aggressiva quando di mezzo ci sono temi o personaggi della mitologia classica.

L’operazione in fin dei conti è sfrontatamente grossolana, e tutto, dalla storia ai personaggi, è ridotto al minimo indispensabile in onore di uno spettacolo fracassone e adrenalinico. Non c’è un’idea – che sia visiva o narrativa – originale, e tra IL SIGNORE DEGLI ANELLI o 300, il film procede per accumuli con sfide e mostri sempre più imponenti e improbabili. Costantemente sull’orlo del trash e del ridicolo, con attori costretti a recitare sentenze in salsa shakespeariana, il baraccone però fa il suo dovere, intrattenere, pur senza un briciolo di qualità. Da vedere in 2D.

 



votanti: 2
Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[14-04-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE