Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

San Giovanni: incendio in via Gela

muore un 78enne, gravemente ferita una donna

Vasto incendio al settimo piano di un palazzo di via Gela a San Giovanni, vicino piazza Re di Roma. Le fiamme sono divampate poco dopo le 11. Un uomo è morto e un'anziana donna è gravemente ferita ed è stata portata al pronto soccorso.

La vittima dell'incendio si chiamava Eduardo Erbibe, aveva 78 anni, mentre la donna ferita, 74 anni, è sua sorella Neria che ha riportato ustioni alle braccia, alle gambe e un intossicazione, la donna non è in pericolo di vita.

IL CORAGGIO DEI VIGILI - Per salvarle la vita tre vigili del fuoco sono rimasti intossicati dal fumo denso: la donna, infatti, era riversa nel corridoio dell'appartamento del sesto piano e gridava "aiuto salvatemi dalle fiamme". E così è stato: tre vigili, senza avere il tempio di indossare le maschere antigas si sono buttati tra le fiamme attraversandole per portare in salvo l'anziana persona. Nulla da fare, invece, per il fratello che era riuscito a stento ad arrivare sul balcone dell'appartamento dove è stato trovato ustionato e privo di vita.

Le fiamme hanno distrutto l'appartamento al settimo piano di via Gela 51 ed ora i soccorsi stanno verificando eventuali danni negli appartamenti vicini. Sul posto sono intervenute sei squadre di vigili del fuoco che hanno domato l'incendio e ora stanno effettuando le operazioni di bonifica dell’area coinvolta.

Ancora non sono chiare le cause dell'incendio. Si ipotizza che le fiamme siano partite dalla cucina, probabilmente mentre l'anziana preparava un caffè. Gli inquilini dello stabile si sono rifugiati sul tetto e sui balconi per sfuggire a fuoco e fiamme.

Ezio, vicino di casa delle vittime racconta "Ho visto Neria avvolta dalle fiamme che urlava aiuto dal balcone. Sembrava una torcia umana. È stato un incubo, vivevano qui dal 1982, li conoscevamo tutti nel palazzo".

[26-03-2010]

 
Lascia il tuo commento