Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Festa mondiale per l'acqua libera

Successo del corteo di sabato 20: ''A Roma in 200 mila''

“Acqua pulita per un mondo sano”: l’appello riguarda miliardi di persone da un’estremità all’altro del globo se si pensa che, secondo la Banca mondiale, oltre un miliardo di abitanti sulla Terra non dispongono di acqua potabile sufficiente, che 2,6 miliardi sono privi di adeguate reti fognarie e che, pensate, un milione e seicentomila bambini muoiono ogni anno per diarrea provocata da acqua contaminata.

Numeri allarmanti che dovrebbero far riflettere sull’importanza delle risorse planetarie di acqua potabile e sulla loro gestione, non solo in occasione della Giornata mondiale dell’Acqua che si celebra ogni anno il 22 marzo.

L’acqua è l’oro blu del futuro, destinato a sostituire l’oro nero: lo sanno bene le grandi multinazionali che sull’elemento vitale per eccellenza hanno costruito enormi profitti, lo sanno bene anche le tante associazioni italiane che si sono mobilitate sabato scorso con una manifestazione che ha riunito a Roma 200mila persone da ogni parte d’Italia, per manifestare contro chi nel nostro Paese vuole ridurre l’acqua a merce.

Cittadini, sindaci, sindacati, rappresentanti delle istituzioni locali contro il decreto Ronchi che prevede la cessazione delle società pubbliche per la gestione del servizio idricop entro la fine del 2011 e la diminuzione della quota di partecipazione pubblica che passerà dall’attuale 51 al 30% entro il 2015.

Una “bestemmia” vendere l’acqua ai privati secondo Padre Alex Zanotelli, battagliero missionari comboniano, in trincea anche questa volta per difendere il bene più grande.

[22-03-2010]

 
Lascia il tuo commento