Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Emma Bonino presenta il suo programma

gli obiettivi ed i metodi di lavoro

di Simone Chiaramonte

"No ad un programma che contenga lo scibile umano ma uno strumento di lavoro agile che ci leghi, senza nulla togliere all'autonomia delle forze politiche". A meno di due settimane dalle elezioni amministrative, la candidata del centrosinistra alla presidenza della regione Lazio Emma Bonino ha reso noto il suo impegno con gli elettori. Nessun riferimento all'avversaria, l'ex ministro si concentra sul lavoro che intende portare a compimento.  

Premesse necessarie.
Il programma per la Regione, ha affermato la Bonino, è "il risultato del lavoro di ascolto di quasi tutte le categorie produttive del Lazio, del Terzo settore, delle cooperative, delle Ong e del sindacato. Fra i vari contributi abbiamo scelto gli elementi più qualificanti, partendo da ciò che l'amministrazione regionale ha già fatto, per tentare di accelerare i processi avviati". La Bonino dunque non rinnega il lavoro compiuto dalla giunta uscente, adombrato mediaticamente dalle note vicende scandalistiche che hanno interessato Piero Marrazzo.

Metodo di lavoro.
La trasparenza e la legalità rappresentano i fili conduttori del programma della Bonino. "La politica deve fare un passo avanti nella programmazione ma un passo indietro rispetto alla gestione amministrativa che non le compete", ha affermato la candidata riferendosi alla pratica politica delle lottizzazioni.    
"I dati devono essere accessibili a tutti, in tutti i settori e servizi, rafforzando al contempo sanzioni ed incentivi: per raggiungere questo obiettivo creeremo un assessorato alla trasparenza". Attraverso il libero accesso ai dati si vuole dunque creare un incentivo alla cittadinanza attiva che, anche attraverso il sistema dell'audit civico, può cooperare al miglioramento dei servizi pubblici.

Gli impegni settoriali. Per una gestione efficiente della regione bisogna procedere ad un riequilibrio tra Roma capitale e gli altri territori: "Tutte le province devono essere rappresentate in giunta".
La Bonino vuole puntare sul turismo come settore d'impresa, sullo sviluppo delle piccole e medie imprese, migliorare il "piano casa" già approvato in Regione attraverso la rottamazione di interi territori, per la realizzazione di "ecoquartieri". Per quanto riguarda il welfare si pensa agli asili ma anche al redito minimo garantito. Sulla legalità invece è già pronta in Regione una legge sugli appalti, che la Bonino vuole portare a compimento.

Emergenza rifiuti. "Dopo 10 anni siamo usciti dal commissariamento, ora però dobbiamo far sì che i comuni puntino sulla raccolta differenziata: oggi nel Lazio questa pratica non supera il 12 percento rispetto ad una media nazionale molto più alta". Per questo motivo i nuovi impianti di riciclaggio di Colleferro non funzionano ancora a pieno regime. "Malagrotta va chiusa, spetta al Comune la scelta di un nuovo sito ma non si può mandare in provincia tutto ciò che disturba la Capitale". Su Albano invece è stata avviata una consultazione con Bruxelles, al fine di evitare nuovi sanzioni comunitarie.

Sanità, per uscire dal commissariamento.
Obiettivo primario è quello di ridurre gli sprechi: "Gli ospedali non vanno usati in maniera impropria: sono delle strutture di emergenza, l'errato utilizzo determina costi elevatissimi. Bisogna sviluppare servizi sostitutivi al di fuori del pronto soccorso". Per uscire dal commissariamento sono necessari due chiarimenti: Roma dispone di 5 policlinici universitari che non erogano soltanto servizi ma fanno ricerca e formazione. "La spesa per queste 2 funzioni non può essere ricondotta alla voce di bilancio regionale relativa alla sanità, facendo salire il disavanzo in maniera spropositata". Il Lazio poi non riceverebbe fondi sufficienti dal governo centrale: "Il commissario stesso ha riconosciuto che il valore dei trasferimenti, il cui ammontare è stabilito a seconda della numerosità della popolazione, non tiene conto di ben 400mila utenti".

LINKS:

VIDEO INTEGRALE

SERVIZIO DI ROMA UNO

SITO PERSONALE BONINO

 
 

[17-03-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE