Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lista Pdl esclusa dalle elezioni regionali

il partito ora ricorre al Consiglio di Stato

La lista del Pdl a Roma e Provincia rimane fuori dalla corsa per le regionali: ieri sera dall’ufficio elettorale è arrivato il terzo stop alla riammissione. I 41 aspiranti candidati rimangono appesi ad un filo sempre più sottile, mentre la guerriera Renata non si arrende “Io sono qui, si vota con la coalizione che mi sostiene, con o senza Pdl” dice.

L’ultima “tegolata” è arrivata alle 19.54, pochi minuti prima che scadesse il decreto creato ad hoc dal Governo. I giudici dicono no, la motivazione ricalca in parte quella del Tar: “Non esiste la prova che alle ore 12 di sabato 27 febbraio i rappresentanti del Pdl fossero dentro il tribunale con la predetta documentazione”.

La telenovela politica si complica, così come la lista dei ricorsi e delle sentenze. Tutto era iniziato quando, l’ultimo sabato di febbraio, giorno del pasticciaccio, la lista  non viene presentata entro l’orario stabilito: l’ufficio elettorale non la ammette, il Pdl fa ricorso al Tribunale di Roma che, però, il 28 febbraio respinge l’istanza. A questo punto la palla passa alla Corte d’Appello, ma la situazione non cambia e la lista rimane fuori, ricorso bocciato: è il 3 marzo.

Il partito di Berlusconi va avanti: le carte arrivano nella mani del Tar che respinge l’istanza l’8 marzo. Nel frattempo il governo vota la legge “salva liste” che dovrebbe appianare le cose, in virtù della quale lunedì scorso il Pdl presenta nuovamente l’elenco, ma le speranze vengono deluse.

L’ultima spiaggia è il Consiglio di Stato: il ricorso è stato presentato in mattinata, il verdetto arriverà tra venerdì e sabato.

GIUSTA L'ESCLUSIONE DELLA LISTA PDL?

 
 

[10-03-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE