Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Pdl, dopo il Tar ricorso al Consiglio di Stato

Pannella propone di spostare il voto

Il Tar ha respinto il ricorso del Pdl per la riammissione della lista del partito per Roma e Provincia. Nel Lazio il Pdl deve ricominciare da capo. Ora la decisione toccherà al Consiglio di Stato, davanti al quale il centrodestra presenta un altro ricorso, decidere se sancire la riammissione della lista Pdl di Roma e provincia alle elezioni regionali del 28 e 29 marzo.

Intanto in giornata (entro le 18) la Corte d'Appello di Roma dovrebbe decidere la sorte di una nuova lista elettorale per Roma e provincia presentata lunedì 8 dai legali del Pdl in applicazione del decreto salvaliste.

Ma i tempi sono stretti e si rischia una spirale di ricorsi e contro-ricorsi che renderebbe ancor più incerto il voto del 28 e 29 marzo. Per questo Marco Pannella - in chiusura della lunga assemblea in cui i Radicali hanno convinto Emma Bonino a non ritirare la propria candidatura a presidente della Regione Lazio - lancia una proposta pacificatoria: rinviamo il voto a fine aprile.

RINVIO DEL VOTO - Riprendendo quanto già suggerito dal presidente emerito della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro lunedì 8 marzo sul Corriere della Sera, Pannella spiega che "per sanare una situazione pregressa, proponiamo il rinvio del voto di un mese perchè altrimenti la campagna elettorale non è legale".

A margine dell'assemblea nazionale in corso a Roma, il leader storico dei Radicali sottolinea che "è necessario dare la possibilità a tutti, non solo al Lazio e alla Lombardia di votare correttamente e legalmente". Il rinvio di un mese, di fatto, riaprirebbe i termini di presentazione delle liste elettorali.

 
 

[09-03-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE