Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Bonino incontra gli industriali

sull'esclusione delle liste ''legalità non vuol dire solidarietà''

“Legalità non vuol dire solidarieta”: Eemma Bonino non va per il sottile e non ammette alcuna giustificazione alla momentanea esclusione della lista pdl che appoggia la sua diretta avversaria Renata Polverini.

Ma nell’incontro di oggi con confindustria lazio, la candidata del centrosinistra alla presidenza della regione ha voluto parlare soprattutto di economia e di come in caso di elezione, rilancerà il territorio laziale.


Legalità, regole e correttezza: questo sono le tre parole chiave che riassumono il metodo di lavoro necessario per dirigere la regione, è di fondamentale importanza –per la Bonino- lavorare in modo da rendere piu’ facile l’accesso al credito alle imprese.

"Confermo la volontà di rendere permanente il comitato per il credito alle imprese". Dunque l'internazionalizzazione "per inserire le imprese del Lazio nel contesto dell'Europa e del Mediterraneo" e un miglior utilizzo "dei fondi europei". Sulle fonti di energia su cui investire e in particolare sulla possibilità di adottare il nucleare non c’e’ neanche stato confronto con confindustria, le posizioni della bonino sono infatti ben chiare.

"Prendo atto che c'è una divergenza sul nucleare, -ha detto Emma Bonino- lo dico per non essere reticente. Il mio problema non è il no al nucleare nel Lazio: il programma presentato dal governo non regge in termini di costi-benefici. Sono interessata piuttosto a dei sì su efficienza energetica, rinnovabili e ricerca ed energie alternative come le biomasse"

[03-03-2010]

 
Lascia il tuo commento