Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pedofilia internet: chiuso un sito, un arresto

in manette un pensionato romano di 65 anni

Scaricavano da un sito anonimo materiale pedopornografico prodotto e divulgato da un 65enne romano ora agli arresti. I carabinieri del reparto operativo in collaborazione con l’Europol, la polizia europea, hanno identificato oltre 2700 utenti che effettuavano i download vietati.

Perquisizioni e arresti compiuti simultaneamente in Italia, Romania, Slovenia e Svizzera. Complicate, come sempre le indagini, compiute dal reparto informatico dei carabinieri che sono riusciti ad individuare un sito dove veniva messo in rete il materiale. Da qui la catena di accessi e le prime perquisizioni, sequestrati finora 50 computer e centinaia di supporti dove i militari di via in selci hanno trovato materiale raccapricciante con bambine sottoposte ad abusi.

A casa del 65enne romano finito in manette è stato sequestrato materiale video prodotto dall’uomo in precedenti viaggi nel sud est asiatico e in Madagascar. Schiaccianti le prove che dimostrano l’attività divulgativa, effettuata soprattutto tramite forum e passparola. Il sito sequestrato è infatti inaccessibile dai motori di ricerca e veniva utilizzato da chi conosceva l’indirizzo, sia come luogo di scambio che come punto di riferimento per discussioni dei pedofili su come evitare arresti e perquisizioni. Gli identificati tutte persone tra i 26 e i 65 anni, trasversale la fascia sociale di appartenenza si va da professisti a pensionati a studenti.

 
 

[15-02-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE