Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Clochard muore carbonizzato

incendio divampato nella sua baracca

È morto probabilmente nel sonno, l’uomo trovato carbonizzato questa notte intorno alle 3,30 in una baracca di via Arturo Martini nei pressi di Corviale.

I vigili del fuoco, chiamati per un incendio di sterpaglie, hanno trovato in mezzo alla vegetazione la baracca, ampia appena 4 metri quadrati, e il corpo completamente carbonizzato accanto al letto. Non è chiaro se le fiamme sano partite dalle sterpaglie o dalla casupola, e le generalità della vittima.

Il rogo potrebbe essere divammpato per un mozzicone di sigaretta rimasto accesso, anche se i carabinieri intervenuti sul posto non escludono al momento nessuna ipotesi.

Dopo la tragedia di questa notte, all’alba rimane il degrado delle campagne intorno al trullo, dove dietro ogni macchia di vegetazione si nasconodono insediamenti e discariche abusive. Basta addentrarsi lungo i dirupi che costeggiano la portuense per trovare, tra televisori, frigoriferi e aspirapolveri, segni inqequivocabili di presenze umane.

Nonostante gli sgomberi forzosi di campi rom e insediamenti abusivi, un nuovo angolo di Roma ha mostrato questa notte il volto più feroce della disperazione.

Una morte che dovrebbe insegnare a tenere alta la guardia e al minimo l’enfasi, per operazioni che dovrebbero essere invece routine nella lotta permanente al degrado.

[26-02-2010]

 
Lascia il tuo commento