Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Indiano bruciato a Nettuno

14 anni a due aggressori

il luogo dove avvenne l'aggressione

14 anni di reclusione per aver aggredito e dato fuoco, circa un anno fa, al cittadino indiano Navtej Singh, mentre stava dormendo sulla panchina della stazione ferroviaria di Nettuno.

Questa la sentenza del Tribunale di Velletri, nei confronti di due dei tre balordi, riconosciuti colpevoli dell’assurda aggressione, alla quale partecipò anche un minorenne già giudicato dal Tribunale competente.

La sentenza ha attenuato le richieste del Pubblico Ministero, che erano di 18 anni. Francesco Bruno , 30 anni, e Gianluca Cerreto, 20, sono stati giudicati colpevoli di tentato omicidio, senza però l’aggravante della premeditazione.  

I condannati dovranno pagare una provvisionale di 25mila euro alla vittima. Da quell’atto criminale, compiuto dai ragazzi senza nessun motivo se non quello della xenofobia, Singh non si è ancora ripreso. Dopo quasi un anno di degenza al reparto grandi ustionati del S.Eugenio ora è in riabilitazione ma dovrà sottoporsi ad un nuovo trapianto di pelle visto che le fiamme, appiccate con la benzina, gli hanno divorato il 40% della superficie corporea    

[24-02-2010]

 
Lascia il tuo commento