Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Idroscalo di Ostia, verso lo sgombero

153 persone saranno sfrattate

L’idroscalo di Ostia ha le ore contate. Già domani, probabilmente, verranno demolite le prime casupole sull’argine, che sono state dichiarate inagibili. Successivamente si procederà alla bonifica dei 200 ettari di territorio, ora di proprietà del Demanio, che però dovrebbero passare al Comune grazie alla legge su Roma Capitale.

Secondo Alemanno, l’obiettivo non è quello di cementificare una zona a rischio esondazione, ma riqualificare un’area per creare un secondo polo turistico.

Ma i residenti non ci stanno e  benché il sindaco abbia promesso soluzioni abitative alternative per coloro che saranno sfrattati, monta la rabbia. La comunità composta da 153 persone, 36 cani, 9 gatti e un cavallo si è stretta introno a Don Fabio, battagliero parroco della cappella San Vincenzo de’ Paoli che si fa portavoce della protesta e presenta un progetto alternativo che sarà presentato al sindaco.

La polemica sull’idroscalo si fa anche politica, per Angelo Bonelli, presidente dei Verdi, il progetto della giunta capitolina equivale alla vendita della foce del Tevere su cui è previsto un mega-intervento edilizio con un nuovo polo nautico, strutture alberghiere e residenziali. In effetti con il Demanio ci sarebbe una sorta di baratto che prevederebbe la cessione delle caserme delle forze dell’ordine in cambio di strutture come l’ex Manifattura dei Tabacchi, Forte Bravetta, Forte Prenestino, terreni a Castelfusano e, appunto l’Idroscalo.

 
 

[22-02-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE