Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Regionali: Zingaretti e Mazzoli a sostegno della Bonino

Sostenere la candidatura di Emma Bonino e rivendicare il buon lavoro fatto dalla giunta regionale di sinistra in questi anni di amministrazione: questi i temi toccati da Zingaretti, Mazzoli e Fichera all’Hotel Aran Mantegna di Roma, il 16 febbraio.

Per Nicola Zingaretti, presidente della provincia di Roma, Alessandro Mazzoli, segretario regionale del Pd, e Daniele Fichera, assessore regionale alla piccola e media impresa, commercio e artigianato, Emma Bonino è la miglior candidata possibile che il centrosinistra poteva scegliere per le elezioni regionali del 28 e 29 marzo. È la scelta migliore per quelle caratteristiche che le vengono riconosciute anche da gran parte dell’opposizione: la competenza, l’autorevolezza, l’integrità, la credibilità. L’obiettivo della Bonino, della quale è stato letto un messaggio, è puntare su un’idea di Lazio forte, una regione che ritrovi una sua collocazione sia nazionale che europea, facendo perno sulle sue potenzialità: il Lazio, infatti, con i suoi sistemi integrati (le infrastrutture, le industrie, le università) può giocare un ruolo fondamentale nell’economia italiana. Inoltre, obiettivo della Bonino è portare nella pubblica amministrazione una nuova etica della responsabilità: in questo senso va il suo slogan “Ti puoi fidare”, che Zingaretti ha definito ‘intonato’ alla campagna elettorale come poche altre volte è capitato.

Altri obiettivi sono stati elencati da Zingaretti, Mazzoli e Fichera: sostenere le famiglie in difficoltà (che come ha segnalato l’Istat sono salite dal 14 % al 17 %), ridare slancio all’università e alla ricerca, investire sulla formazione professionale, sulle piccole e medie imprese, e poi puntare sulla sanità e la tutela dei più deboli, sulle infrastrutture, sulla mobilità, sulla vivibilità del territorio, sullo sviluppo e l’occupazione.

Nell’incontro, Zingaretti, Mazzoli e Fichera hanno anche difeso il lavoro della giunta di sinistra, un’amministrazione che il segretario regionale del Pd Mazzoli ha ricordato essere stata capace di dare risposte all’integrazione, alle imprese, ai più diversi strati sociali, in un contesto economico e politico difficile.

Soprattutto nel campo dell’occupazione, il Lazio ha vissuto una situazione complicata: le richieste per la cassa integrazione sono aumentate del 500 %, un dato che è del 200 % superiore alla media nazionale. Zingaretti ha ricordato come nonostante questi numeri non ci sia stata nessuna azione del governo nazionale verso politiche di occupazione e di rilancio dell’economia. Le manovre messe in campo contro la crisi sono state frutto del governo della giunta regionale. Al riguardo, Mazzoli prima e Zingaretti poi hanno ringraziato soprattutto Daniele Fichera, ricordandone l’azione di governo e definendolo uno dei protagonisti, uno dei punti di riferimento di questi cinque anni. Zingaretti ha ricordato come il Lazio sia stata la prima regione italiana a mettere in campo misure contro la crisi, varando un pacchetto di iniziative d’accordo con le imprese e i sindacati e individuando una prospettiva di sviluppo e occupazione nel campo del fotovoltaico, della green economy ma anche della ricerca universitaria (nel Lazio c’è il 15 % della ricerca nazionale). Poi Fichera stesso ha ricordato il lavoro della amministrazione nella questione della crisi del microcredito, solo ora giunta sotto i riflettori. È da mesi che il governo regionale si occupa di rendere il percorso verso il credito più semplice, e dalle prossime settimane i provvedimenti varati diventeranno operativi.
 
Antonio Scafati

17 febbraio 2010

[18-02-2010]

 
Lascia il tuo commento