Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Piano nomadi del Comune

previsti 7 campi autorizzati per 6.000 nomadi

Il Piano nomadi del Comune prevede solo 7 villaggi autorizzati, che accoglieranno i circa 6000 nomadi che vivono a Roma.
L’elenco dei campi è già deciso : il Camping River sulla via Tiberina, il campo di Via Cesarina, quello di via di Salone, di  via Gordiani,il campo   a Castel Romano e poi le strutture a  via Candoni e via Lombroso.

Il piano, presentato nel luglio scorso al ministro dell’interno Maroni, dal sindaco Alemanno, dal Prefetto e commissario straordinario per l’emergenza nomadi Pecoraro e dall’assessessore capitolino ai servizi sociali Belviso prevede lo sgombero di tutti gli altri insediamenti, abusivi e non, grandi e piccoli,  circa una ottantina. Quindi dopo il Casilino 900 le ruspe torneranno al lavoro, i primi interventi programmati verranno effettuati agli insediamenti di  La Martora e di Tor dè Cenci.

Per il Campidoglio legalità e solidarietà diventano le facce di una stessa medaglia, ma la strada per la realizzazione di questo piano è ancora lunga ed è stata accidentata; un Prefetto, Mosca,  è stato sostituito perché giudicato non in armonia con la politica di Campidoglio e Viminale nei confronti dei nomadi, l’opposizione denuncia l’idea di ghettizzare in mega campi  fuori città i nomadi.

La comunità rom ha  ollaborato, anche se l’Opera Nomadi mestamente ricorda esempi diversi che vanno nel segno dell’integrazione, come quello di Cosenza  dove , garante il vescovo, ai rom verranno assegnate delle case in affitto, i primi tre mesi pagato dalla Provincia, poi a carico degli inquilini

 
 

[16-02-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE