Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Appalti e Protezione Civile

il filone romano dell'inchiesta

Dal G8 della Maddalena ai Mondiali di Nuoto di Roma. Il nome di Angelo Balducci, presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici ed ex commissario straordinario dei Mondiali di Nuoto, sembrerebbe fare da collegamento tra le procure di Firenze e Roma.

Secondo le ipotesi investigative, Balducci di concerto con il gruppo imprenditoriale Anemone, dopo aver vinto la gara per la riconversione dell’ex arsenale della Maddalena e quella per l’allargamento del Salaria Sport Village in vista dei Mondiali di Nuoto, avrebbe commesso delle irregolarità legate ad abusi edilizi.

Il polo natatorio capitolino, ancora sotto sequestro perché ritenuto fuorilegge era stato acquistato nel 2004 dalla società sportiva del figlio di Balducci, Filippo e del costruttore romano Diego Anemone, anch’egli finito in manette. Nel 2008 i lavori per l’ampliamento della struttura, per un valore di 36 milioni di euro, erano stati affidati alla Redim, una società di proprietà della moglie dell’imprenditore arrestato. Tali lavori, secondo la procura non avrebbero rispettato i vincoli ambientali, tanto che il Comune di Roma ha concesso una sanatoria che prevedeva oneri per 9 milioni di euro, tuttora non incassati.
Ma c’è anche un’altra inchiesta, ed è quella che  riguarda le opere pubbliche realizzate per la celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia di cui Balducci è stato soggetto attuatore.

Si configurano ipotesi di reato per corruzione, abuso d’ufficio, abuso edilizio in un intreccio che vede cantieri affidati a ditte riconducibili ai funzionari responsabili delle procedure e centinaia di milioni di euro in ballo.
I PM fiorentini e quelli di piazzale Clodio, che già nelle scorse settimane si sono incontrati, ora stanno cercando di definire una comune linea di comportamento per evitare intralci nel prosieguo di un’inchiesta che le due procure condividono.

[11-02-2010]

 
Lascia il tuo commento