Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

Apple Iphone

cellulare o Ipod?

E’ arrivato. Finalmente dopo lunghe attese, smentite, falsi prototipi, Steven Jobs ha presentato ufficialmente L’iphone. A vederlo da vicino subito ci si chiede quale sia la sua anima. Un cellulare? Un Ipod widescreen? Un communicator? Le intenzioni del Sig. Jobs sono state quelle di riunire tutto questo in un unico apparecchio. Risultato? Ai posteri l’ardua sentenza! E’ un prodotto ibrido difficile da catalogare. Per molti si tratta di un’ennesima rivoluzione di casa Mac, per altri,compreso il sottoscritto, di uno smartphone non troppo funzionale.

 Sulla carta sembrerebbe un vero gioiello: “IPhone è un prodotto rivoluzionario e magico che è letteralmente cinque anni avanti rispetto a qualsiasi altro telefono cellulare. Siamo tutti nati con il miglior puntatore - le nostre dita – e iPhone le utilizza per creare l'interfaccia utente più rivoluzionaria dai tempi del mouse".

Dalle parole di Mr. Jobs si capisce bene che stiamo di fronte ad un dispositivo completamente touchscreen, senza alcun tasto o jog-dial, e senza nemmeno una stylo, particolare sempre presente in tutti i Pda o Smartphone. “Siamo tutti nati con il miglior puntatore – le dita-“ Bene, ma se queste dita fossero tozze o magari con unghie lunghe (prerogativa delle donne)? Sarebbe un problema, il primo problema. Apparentemente può sembrare una sciocchezza , ma credetemi, ho uno smartphone e ho le dita tozze, e senza stylo non potrei mai utilizzarlo al meglio. E poi, vi siete chiesti come si faccia a scrivere un semplice sms con uno dei nostri dieci “puntatori”?

Impresa apocalittica a mio modo di vedere! Dopo questa breve parentesi sulla sua anima touchscreen passiamo ad analizzare le sue caratteristiche tecniche. Ha uno schermo da 3.5” che compone, come abbiamo detto, l’intera interfaccia del telefono. La risoluzione è 320 x 460 a 160 dpi e il telefono è racchiuso in una scocca dallo spessore di 11,6mm. La sensibilità al tocco è fornita dalla tecnologia “multi-touch” e per far si che il dispositivo risponda sempre al meglio iPhone integra numerosi sensori.

Tra questi troviamo il sensore di prossimità che rivela quando l’utente accosta l’iPhone all’orecchio, spegnendo automaticamente lo schermo per risparmiare energia. Un altro sensore, invece, adatta automaticamente la luminosità dello schermo in base alla luce esterna. Infine troviamo un accelerometro che rileva la rotazione del dispositivo verticale a orizzontale in modo automatico,adattando i contenuti sullo schermo. Un sensore, quest’ultimo, davvero rivoluzionario. Peccato però che sia stato brevettato da sonyericsson tempo fa, e che ora si contendendo i diritti. Siete andati già con la testa nel pallone per tutte le caratteristiche del nuovo arrivato? Niente paura, ecco una piccola scheda riassuntiva familiare a molti,anche i meno ferrati in materia.

• Display: da 3.5 pollici
• Risoluzione: 320 x 480 a 160 dpi
• Input: Multi-touch
• Sistema operativo: OS X
• Archiviazione: 4GB o 8GB
• GSM: Quad-band (MHz: 850, 900, 1800, 1900)
• Wireless: Wi-Fi (802.11b/g) + EDGE + Bluetooth 2.0
• Camera: 2.0 megapixel
• Batteria: Fino a 5 ore in conversazione / Video / Browsing; Fino a 16 ore in riproduzione audio
• Dimensioni:115 x 61 x 11.6mm
• Peso: 135 grammi

Diversi accessori per iPhone saranno resi disponibili a giugno, fra cui cuffie e anche il nuovo auricolare Bluetooth Apple.
La componente software è rappresentata dal famoso OSX,sistema operativo dei Mac. Al suo interno trovano spazio anche Google search e addirittura Google Maps. Apple iPhone sarà disponibile da giugno 2007 solo negli stati uniti e successivamente in europa. Solo (per modo di dire) due modelli a disposizione: uno da 4Gb per soli $499 e uno da 8Gb per $599.

Considerazioni finali,ovvie ed importanti. Prima di tutto dobbiamo chiederci in che modo abbiano preso la notizia dell’uscita di iPhone i maggiori produttori mondiali (Samsung,Sonyericsson,Motorola) e soprattutto bisogna chiedersi come l’abbia presa quel mattacchione di casa Microsoft, il nostro Bill. Dopo l’uscita non troppo brillante di Microsoft Zune,diretto avversario dell’Ipod, forse si starà già elaborando qualcosa per contrastare lo storico avversario di sempre, Apple. Finora, però, calma piatta!

Per quanto sulla carta possa essere innovativo o interessante, l'iPhone è un prodotto tutto da scoprire, soprattutto alla generazione dei giovani alla quale è rivolto. Passare da un classico apparecchio, con classici tasti, ad un dispositivo totalmente privo sarà un ostacolo da superare. Ultima remora di carattere pratico che vorrei fare è rivolta allo schermo : troppo grande, forse troppo fragile viste le dimensioni , insomma troppo. Non posso aggiungere nient’altro, se non aggiungere un famoso passo di una canzone : “lo scopriremo solo vivendo…”

Apple

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it

Stefano Soriano

[13-02-2007]

 
Lascia il tuo commento