Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Nun me posso move

Al Al Teatro 7 una commedia sul traffico

“Nun me posso move” è il titolo della commedia scritta, diretta ed interpretata da Massimiliano Pazzaglia, in scena fino al 14 febbraio al Teatro 7.

Con lui sul palcoscenico anche Amedeo D’Amico, Fabio Farronato, Armando Puccio, Lucilla Diaz e Luciana Frazzetto.

“Ho cominciato a scrivere il testo partendo da un episodio al quale avevo assistito personalmente – racconta Pazzaglia - un signore aveva parcheggiato la sua auto in un posto riservato ai diversamente abili senza averne diritto. E’ vero che a Roma la mancanza cronica di parcheggi spinge a lasciare l’auto nei posti più impensati e in qualsiasi spazio uno possa trovare, ma l’ingiustizia di non permettere a un disabile di usufruire di un posto a lui assegnato mi indignava”. Il traffico di Roma: un flusso di macchine e di umori della gente; il respiro di una città. Due pizzardoni. Accerchiati da un milionenovecentocinquantamila automobili. E poi, un uomo del nord con un forte senso civico. Un posto auto riservato ai diversamente abili, occupato da qualcuno senza averne diritto. Scintilla di un dialogo surreale (ma poi non tanto) fra due mondi: quello del "vivi e lascia vivere" e quello del "non si può girare la testa dall'altra parte". A complicare le cose una bella ragazza brasiliana, che non solo fa fermare il traffico ma pure chi lo dirige. Salvo poi incrociare le unghie con una vigilessa “con gli attributi”, per niente disposta a far turbare l’ordine pubblico (e anche quello privato). E tutt’intorno, Roma e le sue strade, le stesse di duemila anni fa, quand'erano percorse a piedi dalle milizie romane. Percorse oggi, dai nuovi legionari del volante, in un periodo in cui se non hai almeno due macchine non sei nessuno. “E’ una commedia brillante – conclude il regista - che veicola anche dei contenuti più seri, sebbene serviti sempre con un sorriso. Il mio auspicio è che si possa uscire dal teatro di buonumore  ma anche un po’ più consapevoli nei confronti di alcuni nostri comportamenti che meriterebbero, a volte, un colpo di fischietto”.

Questo spettacolo ha vinto il “Premio del pubblico” alla quinta edizione del Festival “Corto e brillante” di Palombara Sabina, tenutosi nell’ottobre 2008.   

Il Teatro 7 è in via Benevento 23. Telefono: 06 44236382

[08-02-2010]

 
Lascia il tuo commento