Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Gran Sasso, muore coppia di romani

travolti da una valanga

Prima è stata trovata Francesca Laera di 35 anni, poi anche il corpo di Franco Mataloni, 48 anni, compagno della donna che è emerso dalla massa di neve che intorno alle 13 di domenica li ha travolti dalla valanga sul lato dell'Osservatorio astronomico del Gran Sasso, in località Canale del Duca, nella zona più bassa, a ridosso del rifugio Duca degli Abruzzi.

La valanga, con un fronte di 150 metri è partita da 2.400 metri di altezza ed è arrivata fino ai 2.100 metri. I due escursionisti romani, ben equipaggiati e considerati esperti, come risulta dalle testimonianze, stavano salendo verso il Monte Aquila. Una terza persona, Antonio Leone, che faceva parte del gruppo si è salvato e ha dato l'allarme.

Sembra che i tre fossero stati sconsigliati di proseguire. Si è trattato, secondo i soccorritori, di una "grave imprudenza". Gli impianti sciistici di Campo Imperatore erano rimasti chiusi a causa del maltempo. I tre romani travolti dalla slavina, si trovavano sulla "Scindarella", come escursionisti e non come sciatori. Non è infrequente che gli impianti del Gran Sasso rimangano chiusi per via delle bufere di vento e di neve, giacché si tratta degli impianti sciistici situati a 2.200 metri di quota. Franco Mataloni, impiegato, era considerato un alpinista esperto, iscritto al Cai, dove era stato nominato di recente direttore di gita. Francesca Laera, 35 anni, era un'architetta.

 
 

[01-02-2010]

 
Lascia il tuo commento