Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lettera delle brigate rosse al Garante dei detenuti

Indaga la polizia

"Una lettera intimidatoria - firmata con la stella a cinque punte e la sigla Brigata Rossa. Partito Comunista Combattente Nucleo Galesi - è stata recapitata al Garante dei diritti dei detenuti della Regione Lazio, avvocato Angiolo Marroni.

Il testo della missiva scritta al computer (spedita nei giorni scorsi ed arrivata in sede ieri, proprio in coincidenza con gli arresti effettuati dalle forze dell'ordine a Milano), è di poco meno di cinque righe. La firma (con la stella a cinque punte cerchiata) è del Partito Comunista Combattente Nucleo Galesi, il terrorista ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia su un treno in Toscana". E' quanto si legge in una nota del garante. "'Al garante per i diritti dei detenuti conviene informarsi presso i digossini se deve stare molto attento a come si muove. Questo è l'ammonimento. Onore a tutti i compagni morti. Brigata Rossa. Partito comunista combattente. Nucleo Galesi' - riporta il comunicato - Dell'accaduto sono state informate le forze dell'ordine, che hanno immediatamente provveduto ad effettuare i primi rilievi sulla lettera e ad acquisire il documento".

"Non è mia intenzione lasciarmi intimorire da atti di questo genere - ha commentato il garante dei diritti dei detenuti della Regione Lazio Angiolo Marroni - Ormai sono anni, e gli ultimi due come Garante, che mi occupo delle problematiche dei diritti dei detenuti. Il mio impegno in questa direzione continuerà come prima".

[13-02-2007]

 
Lascia il tuo commento