Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Cirano dacci una mano

la nuova commedia della classe pił divertente ed indisciplinata della cittą

Tornano i personaggi dell’indisciplinata classe di “Romeo e Giulietta s’amavano eccome”, commedia campione d’incassi nella scorsa stagione, stavolta alle prese con l’avvincente Cirano de Bergerac. Passato qualche anno, i ragazzi sono cresciuti e si sono divisi. Ma l’affetto per l’ex professore-attore e un teatro abbandonato da salvare dalla demolizione li farà rincontrare. “La storia che raccontiamo stavolta è quella di Cirano de Bergerac – spiega il regista Mimmo Strati - le cui vicende offrono mille e più spunti alla mia immaginazione per sbizzarrirsi. Cirano è lotta, silenzio, coraggio, poesia, amarezza, è voglia di non arrendersi pur sapendo di perdere. Cirano è la forza d’animo, è non venir meno alla propria natura e molto altro ancora.

In “Cirano, dacci una mano”, in scena al Teatro de’ Servi fino al 14 febbraio, la vicenda ruota sempre attorno alla figura di Leandro che ha smesso ormai di fare l’attore: disillusione e un nuovo senso del pratico gli impediscono di continuare. Ora ha un nuovo e ben remunerato lavoro, compra e vende immobili per conto di una notissima agenzia. Dopo ben sei anni dall’esperienza del laboratorio teatrale nella scuola, la professoressa Candeletti decide di riunire il gruppo. Dopo un’estenuante pressione telefonica e su facebook, riesce finalmente a convocare tutti, Leandro compreso, per un’allegra serata in pizzeria. Luogo dell’incontro il teatro semi-abbandonato che vorrebbe salvare. Un po’ per gioco, un po’ per incoscienza, la professoressa propone loro di mettere in scena “Cirano de Bergerac”. Ritiene sia questo l’unico modo per sensibilizzare l’opinione pubblica e dimostrare che il teatro ha ancora una funzione educativa. Tutti accettano… tranne Leandro. Ma i lavori per la demolizione del teatro stanno per iniziare. Tra mille impacci e imprevedibili sequenze, tra il comico e il romanzesco, l’improvvisata compagnia si batterà per raggiungere l’agognato obiettivo...

“Pensando ad un seguito di ‘Romeo e Giulietta’ – conclude Strati -  mi divertiva molto l’idea che se Leandro era riuscito ad avvicinare dei giovani studenti alla magia del teatro, questi stessi a distanza di anni si  ritrovassero insieme a lui ad intraprendere una grande missione: salvare i sogni, salvare la scatola magica in cui abitano, salvare un teatro abbandonato”.

Il nutrito cast artistico è composto da Alberto Bognanni, Siddhartha Prestinari, Ilaria Giorgino, Massimo Milazzo, Francesca Gambacorta, Marco Vivio, Paolo Vivio, Riccardo Avorio e Priscilla Giuliacci.

Il Teatro de’ Servi  è in via del Mortaro 22.
Info: 06.6795130

[30-01-2010]

 
Lascia il tuo commento