Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pena confermata per Doina Matei

uccise Vanessa Russo dopo una lite in metro

Doina Matei

Pena confermata e quindi definitiva a 16 anni di reclusione per Doina Matei, la rumena accusata di aver ucciso con la punta di un ombrello Vanessa Russo il 26 aprile del 2007 per una banale lite alla fermata della metropolitana della stazione Termini.

Lo ha deciso la V sezione penale della cassazione che ha così rigettato il ricorso della matei contro la sentenza emessa il 25 novembre del 2008 dalla i corte d'assise d'appello che le inflisse appunto 16 anni di carcere per omicidio preterintenzionale aggravato dai futili motivi. Il giudizio di primo grado si concluse il 17 dicembre 2007 con rito abbreviato davanti al gup Donatella Pavone.

Doina Matei era stata condannata 16 anni per aver ucciso con un colpo di ombrello Vanessa Russo, 21 anni, nella stazione del metrò a Termini il 26 aprile di quell'anno. Nonostante il rito abbreviato e la derubricazione del reato in omicidio preterintenzionale, il gup Donatella Pavone inflissero a Doina Matei una pena di appena due anni inferiore al massimo: il giudice, oltre a riconoscere l' aggravante dei futili motivi, non ha concesso le attenuanti generiche
 

 
 

[27-01-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE