Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Die Panne

Gian Marco Tognazzi protagonista all’Eliseo

di Giuseppe Duca

"Nel nostro Paese, il tema della giustizia è quello centrale degli ultimi anni e per problemi personali che non sono certo i miei".

Questo, quanto affermato in una conferenza stampa da Gian Marco Tognazzi a proposito della scelta di portare in scena “Die panne” di Friedrich Durrenmatt, storia di un giudice in pensione che continua a imbastire processi, in uno dei quali finisce come imputato un commesso viaggiatore, la cui macchina ha avuto un guasto.

Lo spettacolo, con la regia di Armando Pugliese (e tra gli altri protagonisti Bruno Armando e Lidya Giordano) è al secondo anno di repliche e fino al 14 febbraio sarà all'Eliseo di Roma.

Un banale incidente, l’automobile in panne, costringe il rappresentante di tessuti Alfredo Traps ad una sosta indesiderata. Cercando aiuto trova ospitalità a casa di un vecchio giudice in compagnia di due amici, un pubblico ministero e un avvocato in pensione che gli spiegano, con l’intento di coinvolgerlo, il loro unico passatempo: ricelebrare alcuni importanti processi storici come quello a Socrate, a Gesù e a Federico di Prussia. Tra una bottiglia di vino e l'altra, Traps si ritrova imputato in un vero e proprio processo e, in un'atmosfera sempre più inquietante, il gioco si fa realtà: il protagonista parla, si confessa, la sua vita mediocre sembra acquistare improvvisamente risvolti inaspettati; si scopre che Traps ha effettivamente compiuto un delitto divenendo l’amante della giovane moglie del suo principale che, avvertito anonimamente dell’accaduto dallo stesso Traps, è morto a causa di un infarto. Il delitto di Traps è il frutto di una mente assolutamente innocente e inconsapevole; la sua cattiveria è originaria e, come tale, esente da sensi di colpa, ma quando qualcuno interviene per fargli notare il delitto commesso, il ricordo doloroso riemerge dalle nebbie di un passato neppure così tanto remoto. Raccontando ai suoi ospiti le vicende della propria vita e rivelando il mistero del suo successo economico, Traps si trova di fronte alla prova della sua colpevolezza e si autoinfligge la condanna a morte che i commensali gli sanzionano per gioco. Per Dürrenmatt, quindi, siamo tutti colpevoli: il racconto ne è soltanto la dimostrazione attraverso il paradosso.

“Die panne” nasce come racconto, poi lo stesso Durrenmatt ne trasse un radiodramma e infine un dramma teatrale: “ma ognuna delle tre versioni ha un finale diverso” ha ricordato Edoardo Erba, che ha firmato l'adattamento italiano (approvato dagli eredi dello scrittore svizzero) "equidistante da tutti e tre, dai quali pesca indistintamente le cose migliori e le fonde con una scrittura mimetica, aiutata dai dialoghi che erano già l'80% dell'originale scrittura in prosa".

Uno spettacolo coinvolgente, in cui ognuno trova una propria lettura, rendendosi conto che ve ne sono però  altre non meno plausibili…

Il Teat
ro Eleseo è in Via Nazionale 183. Tel. botteghino: 06 4882114 | 06 48872222
 

[26-01-2010]

 
Lascia il tuo commento