Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Stazione di via di Salone

a distanza di anni č ancora chiusa

la stazione "fantasma" di via di Salone

La risistemazione e lo sgombero dei campi nomadi romani potrebbe finalmente portare a termine anche l'annosa questione relativa alla stazione ferroviaria di Salone, il cui destino è sempre stato avvolto da un mistero tanto inquietante quanto fastidioso.

Inquietante perché, a distanza di anni, la stazione resta chiusa nonostante il perfetto funzionamento; fastidioso perché alle domande dei cittadini le istituzioni competenti, ossia la Regione Lazio e la prefettura non hanno dato risposte.

Una condizione paradossale: una stazione nuova di zecca, perfettamente funzionante e che rappresenterebbe una manna non solo per i residenti, costretti a recarsi alla stazione di Lunghezza per prendere i treni, e che darebbe respiro ad un'area normalmente ultracongestionata dal traffico

La situazione dovrebbe però cambiare una volta ridefinita la composizione all'interno del campo: parte dei rom sarà trasferita a castelnuovo di porto e nel corso della settimana arriveranno parte degli ex occupanti del Casilino 900. Un provvedimento come quello in atto in queste ore dovrebbe, in linea di massima, produrre un miglioramento delle condizioni di sicurezza della zona: questo infatti resta ancora oggi il motivo per cui la stazione di salone resta chiusa.

[18-01-2010]

 
Lascia il tuo commento