Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Emma Bonino candaidata del Pd

l'investitura durante l'assemblea regionale del partito

"E' il momento di iniziare subito la campagna elettorale, e chiedo che la giornata del 24 gennaio, che avevamo indicato per le primarie, si trasformi in una grande momento di mobilitazione e di lancio della candidatura di Emma Bonino alle regionali del Lazio. E' un atto di 'politica alta', che servirà anche alla raccolta di proposte programmatiche".

Lo ha detto il segretario del Pd Lazio, Alessandro Mazzoli, intervenendo all'assemblea regionale del Pd che in tarda serata h adato il via libera alla leader radicale nella corsa alle regionali del Lazio. "Noi - ha sottolineato Mazzoleni- avevamo proposto le primarie da subito, ma via via diversi alleati ci hanno espresso la loro contrarietà ". Mazzoli ha chiesto all'assemblea che "il consenso alla candidatura alle prossime regionali del Lazio di Emma Bonino sia forte e unanime, per darci la forza di assolvere alla nostra funzione politica di forza centrale dello schieramento del centrosinistra". "Non è una candidatura nè di ripiego nè imposta: anche i primi sondaggi confermano che è una candidatura per vincere. La novità è che è un candidato di coalizione, ma non è un corpo estraneo".

Mazzoli, dopo aver ringraziato Nicola Zingaretti per il lavoro e la disponibilità, ha ricordato, riferendosi alle scelte dell'Udc, "come avessimo già fatto un accordo per Rieti e Frosinone e fossimo a buon punto anche per Viterbo e per la Regione Lazio. La decisione nazionale contrasta con quella dei politici locali. Nel 2005 vincemmo anche senza di loro".

BONINO - "Nel centrosinistra complessivamente abbiamo ancora incontri in corso -ha detto la Bonino- ma certamente mi ha emozionato la decisione dell'assemblea regionale del Pd, dopo le parole di Bersani: ce la metterò tutta per rappresentare i valori e le passioni che tanto hanno segnato il popolo di sinistra, quello cattolico e tutto il popolo italiano in questi anni. È una cosa che mi emoziona e mi responsabilizza - ha proseguito - spero di rappresentare le aspirazioni degli italiani che vogliono una politica più responsabile, più coerente e più onesta. Queste sono forse parole antiche o desuete - ha concluso Bonino - ma a mio avviso possono ricompattare l'entusiasmo di un popolo".

 
 

[16-01-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE