Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sala su una gru a Tor Vergata

protesta per evitare la chiusura della ditta

Il piccolo imprenditore romano, titolare di una ditta di recupero di materiale ferroso che era salito su una gru all'interno del Campus dell'Università di Tor Vergata, in via Passo Lombardo, e minacciava di buttarsi di sotto, alla fine è sceso.

E' rimasto sulla gru per più di due ore. Roberto Savelloni è uno dei titolari del Cestra, un centro di smaltimento rifiuti metallici che, come tante altre imprese rischia la chiusura a causa della mancata autorizzazione che regione o provincia devono rilasciare per esercitare questo tipo di raccolta.

Il comune e la regione vogliono togliere dalla città questi impianti ritenuti pericolosi; si impegnano a delocalizzarli; poi però le aree non vengono espropriate e gli impianti che nel frattempo hanno chiuso l'attività per spostarla devono chiudere perché non sanno più dove andare oppure perché la licenza gli è stata revocata.

La protesta di oggi si è conclusa con Roberto Savelloni all'ospedale per gli accertamenti e la promessa che la situazione si sblocchi almeno entro il prossimo 28 febbraio: quel giorno infatti scade il mandato del commissario straordinario e del delegato attuatore che rilascia le licenze: il futuro per gli operatori di questo settore continua ad essere fortemente incerto.

[14-01-2010]

 
Lascia il tuo commento