Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Elezioni regionali nel Lazio 28 e 29 marzo

si vota in 23 comuni del Lazio

Il 28 e 29 marzo si voterà per il nuovo presidente della Regione, ma anche per eleggere i sindaci di 23 comuni del Lazio e il presidente della Provincia di Viterbo.

Sono 4 milioni 743 mila i cittadini laziali che andranno alle urne, tra questi 2 milioni e 400 mila sono donne, 2 milioni 300 mila uomini.

435 mila gli elettori che voteranno per le amministrative, 84 mila nella sola provincia di Roma. Tra i comuni più popolosi che si apprestano alla tornata elettorale troviamo Albano Laziale con 31 mila abitanti, seguito da  Minturno e Grottaferrata.

Riflettori accesi e non per i suoi 30.990 abitanti su Fondi, dove giunta e consiglieri di maggioranza hanno dato le dimissioni ad ottobre, dopo che il ministro Maroni aveva chiesto lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose.
Piatto forte anche la provincia di Viterbo, attualmente guidata dal segretario regionale del PD Alessandro Mazzoli.
70 i consiglieri che saranno eletti alla Regione Lazio, oltre al presidente. Di questi 14 non saranno scelti singolarmente dai cittadini ma verranno votati in blocco insieme al candidato governatore. I 14 nomi,  la metà dei quali devono essere donne, costituiscono il cosiddetto “listino”, ossia un premio di maggioranza che viene dato alla coalizione vincente per garantire la governabilità.

I due schieramenti alla Regione, partono da percentuali molto vicine: il centro sinistra oscilla tra il 45,1 delle politiche 2007 e il 46,9 delle europee; il centro-destra tra il 47,7 delle politiche e il 46,5 delle europee. C’è poi il partito di Casini, con circa il 5% che si è schierato con la Polverini. Questo ai blocchi di partenza, il responso tra 75 giorni.

 
 

[14-01-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE