Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rifiuti in condotte sotterranee

nel 2011 partiranno i lavori nel centro

Canalizzare i rifiuti in condotte sotterranee attraverso l’aspirazione pneumatica. E’ questo l’obiettivo del sindaco Alemanno per rendere più pulita Roma.

Il progetto, approvato all’unanimità dal Consiglio comunale tre anni fa, sta per diventare realtà nella zona del Tridente e all’Eur per poi estendersi nel resto della città.

Il meccanismo è semplice: attraverso bocchette che saranno installate in strada o direttamente negli appartamenti, il materiale differenziato introdotto dai cittadini, verrà trasportato, attraverso un impianto di tubi sotterranei, alle centrali di raccolta e compostaggio. Ogni centrale, che servirà circa 30.000 abitanti, non disterà più di due chilometri dalla bocchetta.

Un sistema molto simile a quello delle fognature, diviso in rami che servono le zone interessate e che eviterà, tra l’altro,  il passaggio dei camion di raccolta nelle strade già congestionate del centro.

Nel 2011 partiranno i primi lavori nel centro storico, grazie agli oneri concessori derivanti dal trasferimento della Rinascente e dell’ex spazio Etoile.

La zona dell’Eur è stata scelta in quanto esistono già canali sotterranei nei quali far passare i tubi e le condotte dei servizi.

Una vera e propria rivoluzione che porterà Roma al passo con nazioni come la Francia, la Spagna, la Svezia, gli Stati Uniti e il Canada dove impianti di questo tipo esistono già da un ventennio.

[12-01-2010]

 
Lascia il tuo commento