Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ragazza di 35 anni muore dopo intervento al naso

aperta un'inchiesta sull'accaduto

Un'anestesia effettuata senza le debite accortezze: secondo i parenti di Alessandra Rauco potrebbe essere questa la causa del decesso della 35enne ricoverata al Policlinico Casilino la notte del 5 dicembre e finita in coma dopo un intervento per una frattura del setto nasale a causa di un incidente stradale.

La procura della Repubblica ha aperto ovviamente un fascicolo sull'accaduto e in giornata dovrebbe essere effettuata l'autopsia che dovrebbe chiarire le cause della morte: secondo i familiari della ragazza, nativa di Leonessa, in provincia di Rieti, ma residente a Roma da tre anni dove lavorava in un call center, qualcosa non ha funzionato durante l'operazione: in particolare, i dubbi sono concentrati su una violenta reazione allergica all'anestetico utilizzato prima dell'intervento.

Toccherà al medico legale stabilire se è stata questa la causa del decesso oppure di una tragica fatalità. Alessandra Rauco era stata ricoverata la sera del 5 dicembre dopo un incidente in motorino che però aveva avuto come unica conseguenza la frattura del setto nasale: niente di grave, dunque. La ragazza sarebbe dovuta restare in ospedale giusto supporre il tempo della convalescenza. E invece dopo l'intervento le sue condizioni sono peggiorate fino ad entrare in coma. Dopo venti giorni nel reparto di rianimazione, la giovane, tra l'altro attrice in una compagnia dialettale, è spirata proprio la notte di capodanno.

 
 

[04-01-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE