Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Inchiesta sull'Umberto I

Guarini e Montaguti rischiano il processo

Abuso d’ufficio, falso, truffa e peculato sono i reati contestati dalla procura di Roma, a seconda delle singole  posizioni, all’ex rettore dell’Università La Sapienza Renato Guarini, al direttore generale del Policlinico Umberto I Ubaldo Montaguti e ad altre quattro persone coinvolte in una tranche dell’inchiesta sulla gestione del Policlinico.

Il pm Maria Cordova ha infatti chiuso l’inchiesta, atto propedeutico ad una richiesta di rinvio a giudizio. In particolare a Guarini e Montaguti si contesta il contratto quinquennale stipulato il 15 luglio del 2005 con cui si affidava a Montaguti l’incarico di direttore generale dell’Umberto I con un trattamento economico superiore di oltre 52mila euro a quello previsto dalla normativa. Il compenso stabilito era stato fissato a 207mila euro l’anno anziché 154mila, nonostante tre solleciti giunti dalla Regione che invitavano ad una variazione.

A Montaguti viene inoltre contestato di essersi appropriato indebitamente di 62mila euro come indennità per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Il direttore generale dovrà anche difendersi dall’accusa di abuso d’ufficio per le nomine di Pietro Giovanni Piccinin a direttore amministrativo e di Maurizio Del Maso a direttore sanitario; entrambi indagati dello stesso reato proprio in relazione alla loro nomina.

[23-12-2009]

 
Lascia il tuo commento