Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Regionali: l'Udc ancora senza alleato

Casini su Berlusconi ''odio genera odio''

L'unione di centro ancora non si sbilancia, nessuna alleanza né con il centrosinistra né con il centrodestra. A ribardirlo è stato direttamente Casini durante l'assemblea nazionale delle regioni del partito.

Casini si è detto “orgoglioso” di far correre l'Udc da solo alle prossime regionali nonostante “la corte” della candidata del pdl Renata Polverini, l'incontro tra i due per decidere su un eventuale alleanza e' fissato per la prima settimana di gennaio, allora si dovrebbe  sciogliere la riserva.

Nel caso in cui invece non si trovasso un'intesa l'Udc potrebbe anche correre da solo, tirando fuori dai due poli quel 4-5% di voti, fondamentale per “conquistare” la pisana, in questo caso il candidato potrebbe essere il coordinatore del lazio Luciano Cocchetti.

"Siamo pronti ad aprire un confronto nel merito delle nostre proposte e a capire se c'è o meno la possibilità di stringere intese vere. E' però il programma il punto essenziale di confronto. -ha detto Ciocchetti- Ci sono stati oltre 40 contributi esterni della societa' civile, dei sindacati, della Federlazio. Tutti hanno portato il loro contributo condividendo lo spirito e la visione della nostra proposta. E' stato un confronto nel merito del programma e delle cose da fare, in rapporto alle gravi emergenze del Lazio".

Sulla recente aggressione a Silvio Berlusconi Casini è stato chiaro "l'odio genera odio". “Lo voglio dire con fraternità all’onorevole Berlusconi. Odio genera odio. -ha detto Casini- Dal male, certo può nascere la consapevolezza, ma quando si costruisce sul male inevitabilmente si produce altro male. Io sono convinto che abbiamo sentito per troppo tempo un linguaggio di divisione del paese”.ose da fare, in rapporto alle gravi emergenze del Lazio".

[21-12-2009]

 
Lascia il tuo commento