Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Gp F1 a Roma

arriva il sì di Ecclestone, il gran premio è più vicino

Dopo un anno e mezzo di lavoro "è stato fatto e firmato il primo accordo con il patron della Formula 1 Bernie Ecclestone per dar vita al Gran Premio di Roma, che si dovrebbe correre nel 2012". Lo ha confermato l'ideatore e organizzatore dell'evento, Maurizio Flammini, già "padre" della Superbike ed ex pilota di F1. Flammini ha aggiunto che ora bisogna "sviluppare tutto il progetto assieme a Comune e Regione e avere quindi le autorizzazioni da tutti gli organi competenti".

SONDAGGIO - IL GP DI F1 E' UN BENE PER ROMA? -

L'accordo tra il comitato organizzatore e il patron della Formula Uno, Ecclestone, è stato commentato positivamente dal sindaco di Roma, Alemanno: "Pensiamo che il Gran Premio di Roma sia molto importante e siamo favorevoli. Tra l'altro sarebbe un viatico per le Olimpiadi del 2020, una proiezione internazionale di Roma. E non è vero che è in alternativa a Monza, è integrativo".

L’annuncio di Flammini giunge, però, secondo molti, come un fulmine a ciel sereno, sostituendosi come dato di fatto a un percorso condiviso con il territorio. Un’istanza avanzata anche da rappresentanti della maggioranza in Campidoglio: “siamo certi che il sindaco Alemanno inizierà a breve un reale percorso di partecipazione dei cittadini romani, per valutare a fondo tutti gli aspetti legati alla sostenibilità del Gran Premio nella Capitale", hanno dichiarato in una nota Fabrizio Santori e Andrea de Priamo, presidenti delle commissioni comunali sicurezza e ambiente. Lo stesso presidente della FG Sport, Flammini, ammette d’altra parte la necessità di "sviluppare ora il progetto assieme a Comune e Regione e avere quindi le autorizzazioni da tutti gli organi competenti".

Il punto cruciale per il successo dell’operazione Formula 1 è facilmente individuabile nella realizzazione di opere infrastrutturali compensative e permanenti in favore della mobilità e della riduzione delle emissioni inquinanti. Se il lascito alla città e, in particolare, al quadrante sud di Roma, sarà di alto profilo urbanistico, le resistenze finora espresse sono destinate a cedere il posto al 

Maurizio Flammini al progetto lavora da tempo. "Un Gp a Roma era il sogno di Enzo Ferrari, che mi chiamò nell’84 per or­ganizzarlo", aveva detto in un'intervista in cui avava anticipato il percorso . "Si girerà in senso orario, il rettilineo sarà su via delle Tre Fontane e si andrà verso la Laurentina, risalendo per il Ct Eur". In quanto alle critiche sull'impatto ecologico di un carrozzone Formula 1 in città d'arte, Flammini aveva azzardato una promessa. "Faremo un Gp ad impatto ecologico zero, che rispetti l’ambiente e i cittadini. Non passeremo vicino alle abita­zioni e tutti potranno andare in ufficio o rientrare a casa".

IL CIRCUITO

 
 

[20-12-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Video in 3d del circuito"
 
 
  CORRELATE