Giornale di informazione di Roma - Domenica 11 dicembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Romeo e Giulietta s'amavano eccome

Al Teatro Italia una delle commedie pi originali

Di Giuseppe Duca
 
Dopo il grande successo ottenuto negli ultimi anni (per un totale di 7 stagioni in cartellone) torna da martedì 15 dicembre al Teatro Italia una delle commedie più originali e divertenti presentate a Roma negli ultimi tempi, “Romeo e Giulietta s’amavano eccome”, naturale evoluzione di “Romeo e Giulietta paccavano eccome”. La grandezza del Bardo coniata con la freschezza della lingua del popolo, il verso erudito proveniente dalla straordinaria penna del suo genio in contrasto, ma al contempo splendidamente miscelato, con la spontaneità delle goliardiche gesta di un gruppo di studenti e del loro professore in un liceo romano di periferia.

Lo spettacolo è  diretto da Mimmo Strati ed è interpretato da Alberto Bognanni, Siddhartha Prestinari, Ilaria Giorgino, Massimo Milazzo, Marco Vivio,  Francesca Gambacorta, Paolo Vivio, Priscilla Giuliacci e Riccardo Avorio. “Con uno sguardo divertito e affettuoso  velato appena di una sottile malinconia – spiega il regista ed autore della piéce - la commedia osserva le sensazioni, gli umori e i sentimenti che da sempre popolano le aule scolastiche, attraverso il filtro, critico e passionale al tempo stesso, del teatro, per il quale lo spettacolo rappresenta una chiara dichiarazione d'amore senza riserve”:

Si racconta di un attore disoccupato che si trova per caso a dover tenere un corso teatrale per ragazzi in un istituto tecnico romano nel periodo di autogestione. Nel disinteresse generale riesce comunque a convincere un gruppo di studenti, un bidello burbero e un’esuberante professoressa a mettere in scena il dramma shakespeariano di “Romeo e Giulietta”, vincendo le loro iniziali diffidenze e conquistando una graduale ma piena partecipazione. “La messa in scena del testo shakespiriano – continua Strati - diventa giorno dopo giorno il veicolo attraverso il quale i ragazzi compiono un viaggio di conoscenza interiore, che li aiuta a relazionarsi in maniera diversa nei confronti tanto dei loro coetanei quanto dei loro insegnanti. I personaggi del dramma, da loro interpretati secondo l'indole e le caratteristiche delle loro personalità ancora acerbe, risultano certamente non perfetti dal punto di vista strettamente drammatico, ma dotati di una sincerità emotiva disarmante, capace di riportare appieno il senso delle battute della più famosa e tormentata delle storie d'amore”.

Uno spettacolo nato da un’esperienza autobiografica, dove protagonista è la scuola quindi, ma anche e soprattutto l’enorme e meravigliosa potenzialità del mezzo teatrale.

“Romeo e Giulietta s’amavano eccome” resterà in scena al Teatro Italia (Via Bari 18 - Tel. 06.44239286) fino al 10 gennaio.

Dal martedì al giovedì, inoltre, dimostrando al botteghino di essere innamorati (richiesta prova bacio) si entra in due al prezzo di uno: 12 euro a persona.

[15-12-2009]

 
Lascia il tuo commento