Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Trasparenza nella Pubblica Amministrazione

il modello della Regione Lazio

Il Lazio è la locomotiva della trasformazione delle pubbliche amministrazioni in italia. Un risultato che farà piacere al ministro Brunetta quello presentato oggi dalla Regione Lazio, a quasi due anni dall’avvio del progetto “trsparenza totale”.

Era stato l’ex presidente Marrazzo a chiamare il giuslavorista Pietro Ichino in soccorso dell’amministrazione regionale, da molti definita allora un carrozzone burocratico con troppi record negativi. Su tutti, la media di quasi due mesi l’anno di lontananza dal lavoro dei quasi 4000 dipendenti e dei 442 dirigenti.

Questi erano i numeri degli organici regionali nel 2006. A partire da quel momento, ichino mise a punto con uno staff di ricercatori dell’università di milano uno studio per invertire la rotta in quattro mosse: la riduzione razionalizzazione del personale, la revisione del sistema dei controlli interni, gli investimenti nelle nuove tecnologie con la re-ingegnerizzazione dei processi.  

“La messa in rete dei dati sulla dirigenza – ha detto Francesco Gesualdi, segretario generale della Regione Lazio – ha anticpato di anno le iniziative del ministro brunetta e di molte altre amministrazioni locali. I cittiadini ne possono così controllare online curricula, retribuzioni, obiettivi strategici, valutazioni e assenze. Molti importanti, in particolare, l’istituzione di un nucleo di valutazione indipendente.

Un’operazione trasparenza a tutto campo che sta dando risultati, sebbene ancora molto rimanga da fare per colmare alcuni ritardi. Uno su tutti, la digitalizzazione delle procdure. Solo il 2% dei fascicoli personali dei dipendenti è stato messo in formato elettronico, mentre il 98% rimane ancora su carta. Una tara significativa, legata al più complessivo digital-divide che ancora compormette le performance e la buona volontà della pubblica amministrazione nella nostra regione.  

 
 

[15-12-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE