Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

Presto nuove tariffe sms

Raggiunto un accordo con i gestori di telefonia

Qualcosa è cambiato. Dopo le insistenti pressioni dell'Agcom rivolte agli operatori di telefonia mobile è stato raggiunto un importante traguardo relativo al costo di chiamate ed sms. Quest'accordo però sembra non essere stato gradito alle altre associazioni che tutelano noi consumatori.

Entro Gennaio 2010 la tariffa per gli sms non dovrà superare i 13,2 cent, mentre per quanto riguarda le chiamate voce sarà applicata a tutti i piani tariffari il conteggio in base agli effettivi secondi di conversazione effettuati. Ovviamente ci sarà, da parte di tutti i gestori, un adeguamento di tutti i piani tariffari attuali o la migrazione gratuita verso un altro piano a scelta dell'utente.

Chi non è d'accordo con questo accordo è la CodaconsIl prezzo massimo di 13,2 cent in Italia non rappresenta affatto una vittoria per i consumatori bensì una sconfitta. Se pensiamo che mediamente il costo di un sms in Europa si aggira intorno ai 7,5 cent,  che in Danimarca l'invio di un sms costa solo 3 cent,  quest'accordo non sembra per nulla soddisfacente. "Si tratta di un regalo per gli operatori telefonici e di un danno per gli utenti italiani " , afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi.  

Il problema degli sms non è l'unico da risolvere. Con l'avvento di cellulari sempre performanti per l'uso web, con applicativi mobili che richiedono frequentemente una connessione dati flat , bisognerebbe affrontare con rigore e diminuire anche il costo esorbitante delle connessioni dati.

Speriamo quindi  che si modifichi questo accordo e che soprattutto se ne prendano di nuovi , gettando così le basi per un adeguamento tariffario  con tutti i paesi europei.

Per consigli o segnalazioni scrivete a: teknologie@corriereromano.it

Stefano Soriano

[02-12-2009]

 
Lascia il tuo commento