Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, vittoria importante a Bergamo

Battuta 2-1 l'Atalanta: Vucinic e Perrotta rispondono a Ceravolo. Brutta gara: nel finale rigore reclamato dall'Atalanta.

 La Roma va a Bergamo per confermare i progressi mostrati contro il Bari e per preparare al meglio la sfida decisiva di Europa League con il Basilea e, soprattutto, il derby. I giallorossi devono dare continuità a una stagione a dir poco oscillante. Di fronte, una squadra in difficoltà, ma anche un campo tradizionalmente molto complicato.

Sotto la pioggia, Ranieri conferma il tridente Vucinic-Totti-Menez, schierati di nuovo col 4-2-3-1, con Perrotta trequartista. In difesa tornano Motta e Juan al posto di Burdisso e Andreolli, mentre Brighi sostituisce di nuovo De Rossi. Gara, come prevedibile, molto equilibrata, con l’Atalanta ben organizzata da Conte. Al 10’ occasione enorme per Vucinic, che sfugge alla difesa nerazzurra su lancio di Pizarro e si presenta a tu per tu con Consigli, che però risponde in modo strepitoso. Un errore che la Roma paga subito caro. Tre minuti dopo, infatti, è Ceravolo a sfuggire alla retroguardia capitolina: l’esterno evita con facilità la chiusura di Juan e batte Julio Sergio con un bel diagonale. Da quel momento, l’Atalanta riesce senza troppi patemi ad addormentare il match, e la Roma fatica a farsi vedere dalle parti di Consigli: Pizarro è spesso impreciso, Totti è neutralizzato da Bianco, Menez è in ombra e si nota più in fase di ripiegamento che in attacco. I pochi squilli arrivano su calcio di punizione, in particolare uno di Riise e un altro di Totti, entrambi fuori di poco. E da calcio piazzato arriva l’inaspettato pareggio: buon cross di Pizarro sul secondo palo da calcio d’angolo e colpo di testa chirurgico di Vucinic, che sovrasta Acquafresca. E’ il minuto 44: il momento giusto perché una squadra trovi il pareggio.

Nel secondo tempo, infatti, gli uomini di Ranieri sembrano molto più determinati e sicuri. All’8’ Vucinic recupera sulla trequarti un pessimo rinvio di Consigli e tenta di beffare il portiere, finito nella terra di nessuno, con un gran pallonetto, ma la palla esce di un soffio. Al 17’, arriva la consueta sostituzione di Menez (stavolta più giustificata): al suo posto, Ranieri preferisce la fisicità di Taddei. Due minuti, e la Roma trova il vantaggio. Ancora una volta, c’è lo zampino di Vucinic, che mette in area un gran pallone per l’inserimento di Perrotta, che di testa infila Consigli. L’Atalanta tenta di scuotersi, correndo però qualche rischio: al 26’ terrificante retropassaggio di Pellegrino per Consigli, che è bravo con un velocissimo recupero a evitare pressing e corner. Attorno alla mezz’ora, Conte getta nella mischia Doni, e la differenza si vede (anche perché Ranieri toglie Perrotta e mette Julio Baptista, probabilmente nel momento sbagliato). Il fantasista bergamasco scalda le mani di Julio Sergio in un paio di circostanze, ma il portiere brasiliano non concede distrazioni. Al 34’, Tiribocchi conclude al volo da posizione favorevole, ma il suo tiro è sporco e Julio Sergio non ha difficoltà. L’occasione più grande per i padroni di casa, però, arriva al 43’, con Padoin che colpisce di testa dai 16 metri ma trova la deviazione di Julio Sergio. Nel corso dell’azione, però, Juan spintona Tiribocchi, che ci mette del suo. Il rigore, comunque, poteva starci. In fase di recupero si attenua la fortissima pressione dell’Atalanta, e Totti va vicino al 3-1, ma è bravo Consigli ad opporsi.
Brutta partita, come ammette lo stesso Ranieri a fine gara, ma tre punti che consentono a questa Roma di guardare senza apprensioni, e anzi con fiducia, al Basilea e alla Lazio. Inoltre, la classifica è leggermente più tranquillizzante. Bene, ancora una volta, il carattere, con l’ennesima rimonta. Male invece, ma non è una novità, in fase di costruzione. In crescita Vucinic.

Simone Luciani

ATALANTA: Consigli; Garics, Pellegrino, Bianco, Bellini; Ceravolo (18' st Valdes), De Ascentis, Guarente, Padoin; Acquafresca (31' st Doni), Tiribocchi. (Coppola, Talamonti, Madonna, Caserta, Ferreira Pinto). All: Conte.
ROMA: Julio Sergio; Motta (36' st Burdisso), Mexes, Juan, Riise; Pizarro, Brighi, Perrotta (28' st Baptista); Menez (17' st Taddei), Vucinic, Totti. (Doni, Guberti, Faty, Okaka). All: Ranieri.
Arbitro: Tagliavento.
Marcatori: 13' pt Ceravolo (A), 44' pt Vucinic (R), 20' st Perrotta (R).
Ammoniti: Bellini (A), Pellegrino (A), Menez (R).

[29-11-2009]

 
Lascia il tuo commento