Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma di Ranieri nel segno di Totti, Okaka e Julio Sergio

due buone rivelazioni e un capitano ritrovato

La Roma sembra uscita definitivamente dalla crisi di inizio campionato che portò alle dimissioni di Luciano Spalletti e all'arrivo di un Claudio Ranieri che inizialmente suscitò qualche perplessità nella tifoseria giallorossa. Eppure il "baronetto" di Testaccio è stato capace con tanto lavoro, impegno, passione e cuore, a risollevare una squadra che, come lo scorso anno, ha avuto problemi nell'approccio con la nuova stagione.

Il mister per portare questo cambiamento ha dovuto optare per delle scelte, sulla carta discutibili ma che poi si son rivelate eccellenti a cominciare dal portiere Julio Sergio che in questo periodo sta sostituendo Doni; sono passati quasi tre mesi dall'esordio disastroso dell'estremo difensore nella partita persa in casa contro la signora Juventus ma ormai quell'amaro debutto sembra essere solo un lontano ricordo e l'ottima prestazione fatta contro il Bari ha consacrato il portiere brasiliano come una delle scelte primarie del tecnico.

E che dire del giovane Okaka? fino alla scorsa stagione sembrava essere un giocatore, errante per l'Italia, destinato a crearsi uno spazio in altre squadre invece oggi è diventato una pedina fondamentale per questa Roma, a tal punto da strappare il posto da titolare ad un certo Julio Baptista, finito nel dimenticatoio.

Ma quel che rincuora ancora di più l'animo dei tifosi giallorossi è il ritorno di Francesco Totti dopo tre mesi passati in infermeria e palestra; la sua tripletta con il Bari, oltre a far esplodere di gioia lo stadio olimpico, ha fatto emozionare vecchie glorie del calcio come Fabio Capello, suo ex- allenatore, il quale lo paragona ad un campione di nome Rivera e a Roberto Mancini il quale lo vorrebbe vedere in nazionale, magari al fianco di Cassano; Marcello Lippi ribadisce la sua stima nei confronti del capitano giallorosso ma per capire se lo porterà in SudAfrica, bisogna ancora attendere qualche mese.

                                                                                                                                                   Marco Chinicò

 

 

[27-11-2009]

 
Lascia il tuo commento