Giornale di informazione di Roma - Sabato 25 ottobre 2014
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Corteo lavoratori Alcoa

tensioni e scontri con la polizia

Scontri con le forze dell'ordine e tensione tra gli operai dell'Alcoa giunti dalla Sardegna e da Mestre per sfilare contro la crisi degli stabilimenti di Portovesme e Fusina. Gli operai - riferiscono i partecipanti - avevano tentato di deviare dal percorso autorizzato, per portarsi davanti all'ambasciata americana. La manovra ha provocato un duro faccia a faccia fra operai e agenti della pubblica sicurezza schierati a bloccare la strada.

Un delegato sindacale di Portovesme è finito all'ospedale dopo essere svenuto a causa di un colpo ricevuto nei tafferugli: "Una botta alla tempia - raccontano i colleghi - ricevuta durante la carica degli agenti in tenuta antisommossa nel momento in cui il corteo ha deviato".

LA CARICA - Il corteo, che si trovava all'inizio di via Veneto, in piazza Barberini, si è spostato per tentare di raggiungere la sede del ministero dello Sviluppo economico, in via Molise, dove è in programma il tavolo di confronto sulla filiera dell'alluminio in Italia.

ACCORDO - "C'è l'accordo che prevede il ritiro della procedura di cassa integrazione prevista per i lavoratori Alcoa degli stabilimenti in Veneto e a Portovesme in Sardegna. Ci rivedremo per un primo confronto tra le parti al dicastero dello Sviluppo Economico il prossimo 9 dicembre".  Così in una nota Mario Ghini, segretario nazionale della Uilm "dopo quasi sei ore di serrato confronto tra sindacati, amministratori regionali, azienda e governo al Ministero dello sviluppo economico".

CORTEI E DEVIAZIONI - Tre giorni di cortei e manifestazioni. Nel pomeriggio hanno sfilato i ciclisti romani che - chiamati da 14 associazioni - hanno organizzato una piccola critical mass a Porta Metronia, davanti all'asessorato all'ambiente. Quindi i no global in marcia con striscioni contro il Wto, poi venerdì il contestato corteo contro i rom organizzato da Forza Nuova. Infine la manifestazione contro la violenza sulle donne, sabato 28. Dalle 14 alle 20 di dopodomani, sabato 28 novembre, in Centro è in programma il corteo da piazza della Repubblica a piazza di Porta San Giovanni. I partecipanti, che sfileranno contro la violenza sulle donne, passeranno per via delle Terme di Diocleziano, via Giovanni Amendola, via Cavour, piazza dell'Esquilino, via Liberiana, piazza Santa Maria Maggiore, via Merulana, viale Manzoni e via Emanuele Filiberto.

 
TAG: alcoa
 

[26-11-2009]

 
Lascia il tuo commento