Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scoperta frode fiscale per 27 milioni

arrestato commercialista romano

Aveva escogitato un sistema ben organizzato per evadere imposte dirette e iva per una cifra totale di 27 milioni di euro. Un noto commercialista romano di 42 anni, che è finito agli arresti domiciliari sperava evidentemente di farla franca grazie anche alla complicità del padre.

L’indagine, ad opera del comando provinciale della guardia di finanza, è durata ben due anni ed è scaturita da una verifica fiscale nei confronti del professionista. A insospettire i finanzieri sono stati i redditi dichiarati dal professionista che non erano compatibili con il tenore di vita che conduceva.

Dalle successive ispezioni è emerso che l’uomo aveva un’entrata personale, ben nascosta al fisco, per una cifra di 8 milioni euro con un’evasione all’iva di 1 milione di euro. Il commercialista, forte della sua esperienza, aveva organizzato una rete di rapporti commerciali fittizi con società operanti nell’intero territorio nazionale. Grazie alla complicità del padre, amministratore di molte delle aziende coinvolte, costituiva società al solo scopo di emettere fatture false in diversi settori economico-commerciali. Per il genitore l’autorità giudiziaria ha disposto l’interdizione all’esercizio dei pubblici uffici direttivi di imprese ed attività ad esse inerenti. Con questa operazione la guardia di finanza continua la sua non semplice battaglia agli evasori fiscali.

[19-11-2009]

 
Lascia il tuo commento