Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
libri & letteratura
 
» Prima Pagina » libri & letteratura
 
 

Tutti morti tranne uno

libro sulla violenza negli stadi

 “Tutti morti tranne uno” è l’ultima fatica letteraria di Diego Mariottini sul tema della violenza negli stadi, dopo il precedente “Ultraviolenza”. Dal dopoguerra in poi, il calcio è uno dei principali detonatori sociali.

Nel corso dei decenni, il tifo diventa un fattore di primaria importanza in termini di aggregazione e di orientamento al consenso politico. Dagli anni ’60 fino alle recenti cronache, nel nostro Paese si muore per seguire la propria squadra. In tutte le altre realtà europee il problema degli ultrà è stato risolto, o quanto meno, depotenziato. In Italia, invece, malgrado i proclami della politica, va sempre peggio.

Tutti morti tranne uno riprende e amplia fino alle estreme conseguenze il discorso lasciato in sospeso dal precedente Ultraviolenza. Le 13 vicende presenti nel nuovo libro sono raccontate senza omissioni, con i contributi di molti degli interessati e con la chiarezza di chi non gira intorno alle parole. Il calcio copre affari illeciti, delinquenza comune e organizzata, omertà, trame politiche, malagiustizia.

Se Ultraviolenza si ferma al 2004, anno della sua edizione, Tutti morti tranne uno arriva ai giorni nostri, alla strettissima attualità.

[17-11-2009]

 
Lascia il tuo commento