Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

Addio a Flora Viola, la presidente amata da tutti

Lady scudetto se nč va a 86 anni

All'età di ottantasei anni muore Flora Viola, moglie dell'ex-presidente giallorosso Dino Viola, patron dello scudetto 1982-83 e dei tanti successi giallorossi targati anni 80'.

In molti la ricordano per la sua gentilezza, il suo sorriso, la sua diplomazia, tre doti che hanno conquistato l'animo di tanti tifosi, romanisti e non; quando il compianto presidente Dino morì nel 1991, lady Flora divenne la prima presidente donna di una società che in quell'anno vinse una finale di Coppa Italia contro la Sampdoria di Mantovani e sfiorò il bis nella doppia finale di Coppa Uefa, persa sfortunatamente contro una determinata Inter, allenata all'epoca da un certo Giovanni Trapattoni.

Lasciò l'incarico presidenziale quando la società venne venduta a Giuseppe Ciarrapico, un'epoca che nessuno volle ricordare in quanto fu l'inizio di quei famosi tempi cupi che durarono fino all'entrata in scena a titolo definitivo della famiglia Sensi e già in quel periodo molte persone la rimpiansero fortemente.

Negli anni d'oro della "magica", pur non comparendo sempre nella tribuna d'onore dello stadio Olimpico, si conquistò l'affetto di quella tifoseria giallorossa che l'ha tanto amata e invocata, sopratutto tutte le volte che la Roma "scendeva" in campo per recriminare contro i famosi poteri del palazzo calcistico, tanto odiati e finalmente smantellati con lo scoppio dello scandalo di Calciopoli.

Con la nomina di Rosella Sensi a presidente della Roma e l'arrivo di un'altra presidente, Francesca Menarini, alla guida del Bologna, donna Flora non smise mai di sottolineare l'importanza della figura femminile nel calcio, uno sport che, secondo la sua visione, aveva bisogno di cancellare un certo maschilismo per far si che i bambini e i ragazzi di tutte le età, potessero ritornare a riempire gli stadi.

Con la morte di Lady Viola se nè va l'ultimo pezzo glorioso della società giallorossa, un periodo calcistico fatto di grandi campioni e allenatori del calibro di Nils Liedholm, un'epoca unica e irripetibile ma che rimmarrà sempre nei cuori del calcio romano.

                                                                                                                                                 Marco Chinicò

[11-11-2009]

 
Lascia il tuo commento