Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Sconfitta con il Milan: Lazio in silenzio stampa ed in ritiro da mercoledý

Salgono a 69 i giorni senza i tre punti in campionato per i biancocelesti

Continua l'astinenza dalla vittoria per la Lazio. Salgono a 69 i giorni senza i tre punti per la squadra biancoceleste in campionato e a questo punto la panchina di Davide Ballardini scotta sempre di più. Contro il Milan la formazione di Formello non gioca male, soprattutto nella ripresa, ma ora si trova in una situazione di classifica sempre più pericolosa, con solo quattro squadre sotto di lei.

LA PARTITA - Contro il Milan la Lazio parte benissimo, nonostante la fitta pioggia che cade sull'Olimpico, andando vicino al gol già in apertura con Rocchi e Kolarov. Al quarto d'ora ci prova anche Zarate con un tiro che finisce fuori, ma al 21' è la squadra rossonera a passare in vantaggio con Thiago Silva che di testa batte Muslera. Il Milan prova a sfruttare la situazione favorevole andando vicino al raddoppio poco dopo con Pato, ben servito da Pirlo. Raddoppio che arriva invece al 35' realizzato proprio da Pato che di testa anticipa Kolarov e mette la palla in fondo al sacco. Subita la seconda rete la squadra di Ballardini sbanda un po' e il Milan potrebbe definitivamente chiudere i giochi in un paio di occasioni, ma alla squadra di Leonardo manca la concretezza sotto porta. Nella ripresa il tecnico laziale manda in campo Cruz al posto di Mauri e poco dopo anche Meghni per Baronio e i cambi danno la scossa alla Lazio che al 20' riesce ad accorciare le distanze grazie ad un tiro di Zarate dal limite che rimpalla addosso a Thiago Silva e si infila alla destra di Dida che può solo guardare. I biancocelesti iniziano a credere nel pareggio e lo sfiorano con Zarate, Cruz e Rocchi, ma Dida è sempre attento. Lo è anche Muslera nel finale che dice no a un bel tiro di Flamini. Al triplice fischio dell'arbitro Damato il via ai fischi della Curva Nord.

DOPOPARTITA - La sconfitta come era prevedibile ha aumentato l'agitazione in casa biancoceleste. Nessun rappresentante della società di è presentato davanti alla stampe e tramite un comunicato è stato reso noto che la squadra andrà in ritiro da mercoledì.

Francesco Lanna

LAZIO-MILAN 1-2

LAZIO - (4-3-1-2) - Muslera; Lichtsteiner, Siviglia, Radu, Kolarov; Brocchi, Baronio (17' st Meghni), Mauri (1' st Cruz); Matuzalem; Rocchi, Zarate. (Berni, Diakhite, Cribari, Foggia, Inzaghi). All: Ballardini.
MILAN - (4-3-3) - Dida; Oddo, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta; Ambrosini, Pirlo, Seedorf (36' st Flamini); Pato, Borriello (29' st Inzaghi), Ronaldinho (42' st Abate). (Roma, Kaladze, Favalli, Huntelaar). All: Leonardo.
Arbitro: Damato.
Marcatori: 21' pt Thiago Silva (M), 35' pt Pato (M), 20' st aut. Thiago Silva (M).
Ammoniti: Nesta (M), Zarate (L), Radu (M).

[08-11-2009]

 
Lascia il tuo commento