Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

La Red Bull chiude in bellezza

Doppietta ad Abu Dabi davanti a Button. Per Fisichella altra domenica no.

Il tramonto di Abu Dhabi è il protagonista dell'ultima cartolina di stagione per la F1. Una cartolina per la verità non esaltante, in linea con un'annata piuttosto confusa. Tilke ormai sembra aver perso la creatività brillante di qualche tempo fa e i nuovi circuiti non riescono a regalare grandi emozioni, nonostante nell'occasione fosse presente il rettilineo più lungo del mondiale e una uscita box degna di uno show americano o, se preferite, di un cartone animato giapponese. Anche stavolta i duelli sono stati pochi e Sebastian Vettel ha avuto vita relativamente facile, dopo il ritiro di Hamilton per noie ai freni, nell'imporsi davanti al compagno Webber e nel consolidare col sorriso del vincitore la sua posizione di vice campione del mondo in classifica generale. Per il tedesco senz'altro è un buon risultato, restano tuttavia le ombre di alcuni errori senza i quali forse la Bibita avrebbe potuto festeggiare anche di più. Jenson Button, comunque terzo, non è parso in effetti pilota irresistibile nemmeno oggi. Chiusura disastrosa per la Ferrari fuori dalla zona punti con entrambe le vetture. Per Fisichella si può ben dire che quello che pareva un sogno è diventato un incubo e meno male che è finito.

Le nuove regole, i nuovi team e l'abbandono di Mosley autorizzano comunque a nutrire speranze per un 2010 diverso, dove i piloti siano più protagonisti. E a proposito di piloti e speranze, la citazione (e magari pure una vettura a marzo) se la merita senza dubbio nuovamente Kobayashi, che alla seconda gara in f1 ha confermato grinta e personalità, cogliendo un ottimo sesto posto davanti al più navigato compagno di squadra Trulli. Se son rose fioriranno....

Giu. Cil.

[01-11-2009]

 
Lascia il tuo commento