Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Musica
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Musica
 
 

Michael Jackson's This is it

documentario sulla vita di Jacko

di Chiara Borrelli

This is it. Ed è questo. Si è trasformata in un documentario di due ore, in esclusiva nei cinema di tutto il mondo per le due settimane a cavallo tra Ottobre e Novembre, la preparazione per quello che doveva essere non tanto un ufficiale addio al palcoscenico, ma un saluto riservato unicamente ai fan, poiché, nonostante tutto, erano sempre stati i soli a essergli stati accanto e ad averlo sostenuto. Poco se ne fa, ormai, Michael, dell'improvviso successo che ha riscosso dalla sua morte, e che ha determinato anche gli incassi record al botteghino per questo ultima testimonianza.

Seppur, come avverte la didascalia iniziale, anche la pellicola sia dedicata esclusivamente ai fan, il film è godibilissimo per chiunque abbia voglia di ricordare l'antico splendore di Michael Jackson, sospendendo per un attimo il giudizio etico-morale sulla sua persona. La semplice regia e il montaggio essenziale di Kenny Ortega trasportano delicatamente lo spettatore nel cristallino mondo della popstar più professionale di tutti i tempi, alle prese con le prove di quello che sarebbe stato un concerto-evento mai visto, con scenografie degne di un kolossal e cortometraggi in 3D appositamente realizzati per introdurre tutti i suoi grandi successi. Alla vista dell'entusiasmo di Michael viene quasi la voglia di farsi cullare nell'illusoria speranza che sia ancora vivo, soprattutto perché si viene colpiti dal fatto di vederlo, seppur così magro, ancora così musicalmente ineccepibile, perfezionista, e così maniacalmente convinto che tutto dovesse essere monitorato dall'amore(durante il film ripete continuamente a tecnici e musicisti “that's all for Love, L-O-V-E” oppure “I love you”, o ancora “God bless you all”). Quasi a imporci di ricordare che, nonostante gli ambigui trascorsi, fosse ancora quello che ci aveva fatto spaventare con Thriller o innamorare follemente di Black or White.

GIORNI E SALE DI PROIEZIONE A ROMA

 
 

[30-10-2009]

 
Lascia il tuo commento