Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Funny People

di Judd Apatow. Con Adam Sandler, Eric Bana

 di Rosario Sparti 

Ad un noto stand up comedian americano viene diagnisticata una lecucemia, dopo una pessima esibizione decide di assumere un aspirante comico per scrivergli le battute. In attesa che la malattia si evolva tra i due nascerà una bella amicizia.

Judd Apatow, autore, produttore di numerose commedie di successo e creatore d’una factory della comicità americana ha deciso di fare il grande salto verso la maturazione. Dopo pellicole come 40 ANNI VERGINE o MOLTO INCINTA il regista ha deciso di raccontare il suo mondo, partendo dall’autobiografismo, come il filmato amatoriale che fa da prologo al film testimonia.

Questa commedia, dalla durata da kolossal, cerca d’intrecciare una riflessione sulla mortalità ad un interrogarsi sulla costruzione dell’istituzione familiare ed in particolare sulle caratteristiche che rendono tale un buon marito. Adam Sandler, che regala una delle sue migliori interpretazioni, è al centro di questa tragicommedia che paga per il prezzo delle proprie ambizioni.

Quando il regista si muove nel suo territorio raccontandoci il dietro le quinte dei comedians, quasi come un Bob Fosse, riesce con la sua vena agrodolce a dare uno sguardo inedito di quel mondo ma nella seconda parte, pur non concedendoci un vero e proprio happy ending, cade nella banalità della commedia sentimentale americana. Il guaio maggiore dell’opera è nella sconnessione tra le due parti che paiono due film differenti, in particolare con il procedere del film si assiste ad una caduta di ritmo, difetto assai grave per una commedia. Un tentativo sprecato per un regista forse sopravvalutato, di cui pero' rimane inedita in Italia la serie tv FREAKS & GEEKS, forse il suo capolavoro.

 

 

 

 


Secondo te quanti euro merita??
 

[30-10-2009]

 
Lascia il tuo commento