Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Per lo sciopero 150 mila in piazza

il corteo ha attraversato il centro, traffico in tilt

Sono 150 mila, secondo gli organizzatori, i manifestanti che hanno partecipato al corteo dei sindacati di base in occasione dello sciopero generale. Riuniti dalle 9 sotto una pioggia battente nei pressi della stazione Termini, hanno poi formato - graziata da una schiarita meteo - il grande corteo che ha attraversato la Capitale fino a San Giovanni. Giornata difficilie per il traffico cittadino: molti romani, infatti, causa maltempo e sciopero dei trasporti, hanno scelto di raggiungere il lavoro in automobile. Numerose strade consolari e le principali arterie dell'Urbe sono rimaste intasate.

Il percorso - Il corteo è partito da Piazza della Repubblica, verso le 11 in direzione Piazza San Giovanni. Ha attraversato il centro della Capitale: viale Luigi Einaudi, piazza dei Cinquecento, via Cavour, piazza dell´Esquilino, via Liberiana, piazza Santa Maria Maggiore, via Merulana, viale Manzoni, via Emanuele Filiberto, piazza di Porta San Giovanni.

In testa al corteo organizzato dai sindacati di base che ha sfilato per le strade della Capitale anche la "Banda Bassotti" che rappresenta Brunetta, la Confindustria, Cgil, Cisl e Uil e Tremonti. Numerosi anche i lavoratori che portano al collo scudi di cartone "Scudo fiscale: condoni agli evasori e più tasse ai lavoratori". Due lavoratori del pubblico impiego, un infermiere e un impiegato del settore energia, travestiti da componenti della nota Banda dei fumetti, portano sulla maglia i nomi di Tremonti e Brunetta. In mano il bottino: sopra c'è scritto "salari".

Traffico - Dopo le difficoltà di questa mattina sul Gra, dove venivano segnalati 40 chilometri di coda, la situazione sta ritornando alla normalità. Problemi invece in centro, all'altezza di Porta Maggiore traffico congestionato a causa del deflusso dei manifestanti.

SCIOPERO MEZZI

 
 

[23-10-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE