Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo

di Terry Gilliam. Con Heath Ledger, Johnny Depp, Jude Law, Colin Farrrell

di Rosario Sparti

Il film narra la storia del Dottor Parnassus, affiancato da Anthony "Tony" Shepherd; quest'ultimo si trova ad affrontare un viaggio magico in uno specchio che il Dottor Parnassus ha avuto grazie ad un patto con il diavolo Mr. Nick , il quale pretende l'anima della giovane Valentina, figlia di Parnassus.

Presentato fuori concorso all'ultimo festival di Cannes l'ultimo film del visionario regista Terry Gilliam è innanzitutto un omaggio a Heath Ledger, l'attore americano che è venuto a mancare durante le riprese del film. Nel cast figurano anche Cristopher Plummer, Tom Waits e tre star come Johnny Depp, Colin Farrell e Jude Law  (questi ultimi tre rappresentano le tre trasformazioni di Tony nelle varie dimensioni dello specchio di Parnassus), che hanno lavorato in tributo all'attore scomparso devolvendo il loro compenso alla famiglia di Ledger.

Un film da vedere, una delizia per gli occhi come spesso capita per la filmografia dell'ex Monty Python ma soprattutto il suo miglior film degli ultimi anni. Un film vitale, generoso, imperfetto per eccesso e con numerose citazioni dai suoi precedenti lavori, tra cui senz'altro LA LEGGENDA DEL RE PESCATORE e LE AVVENTURE DEL BARONE DI MUNCHAUSEN dove il protagonista ossessionato dalle sue fantasie è in cerca di riscatto.

 La  pellicola è un inno alla vita e alla fantasia, dove l'immaginazione legata al male (impersonata dal personaggio di Shepherd) sembra avvolgerci ma tradendosi pian piano nella sua vera natura affinchè un lieto fine che non si può magarantire forse emerga. Un film segnato da debolezze e imperfezioni, senz'altro segno della tragica fine di Ledger, ma che con il suo domandarsi quale sia il prezzo dei nostri sogni riesce nel suo scopo: farci credere che a volte tutto sia possibile. 

**1/2

[18-10-2009]

 
Lascia il tuo commento