Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Da sapere
 
» Prima Pagina
 
 

Nature morte

Alla SMAC una mostra che affronta il tema della metamorfosi

La SMAC, Galleria Segni Mutanti Arte Contemporanea  di via Velletri, inaugura “Nature Morte”, una mostra che affronta il tema della metamorfosi dell’uomo e della natura attraverso l’opera di tre artisti molto diversi e attraverso l’uso di tre linguaggi: la fotografia, l’installazione e la scultura.

Le opere fotografiche di Matteo Basilè, le installazioni di Robert Gligorov e le sculture di Franco Menolascina si mescolano nell’allestimento curato da Graziano Menolascina per costruire un racconto ideale sull’uomo contemporaneo e l’ambiente che lo circonda, sempre più estraniante ed estraniato.

Attraverso una ventina di opere in tutto, gli artisti interpretano il tema delle “Nature morte” da tre punti di vista: Matteo Basilè, importante protagonista della giovane scena italiana, reduce dalla recente Biennale di Venezia 2009, sonda il disagio dell’essere umano, l’ambiguità del diverso, il terrore dell’uomo anziano trasformato dal tempo che passa. Con i suoi lavori Basilè mette in scena il grottesco, una geografia umana alla ricerca di una identità come principesse decadute, vecchi che urlano tappandosi le orecchie, travestiti.

Franco Menolascina con le sue sculture di bronzo, ferro e ottone, intitolate “Trappole”, delinea invece la natura stravolta dall’uomo, l’ambiente riadattato e mutato da millenni di convivenza con l’essere umano.

Robert Gligorov, il provocatorio e spiazzante artista macedone, crea infine un “ponte” tra le due visioni del mondo: con i suoi artifici affronta l’universo del fantastico; le sue installazioni scioccanti innescano un corto circuito tra reale e immaginario; il suo obiettivo è svegliare l’osservatore da uno stato letargico utilizzando estreme forme di comunicazione.

La mostra chiuderà i battenti il prossimo 31 ottobre

La galleria (Tel. 06 64780359) è aperta dal martedì al sabato dalle 11 alle 19.30.

Ingresso gratuito– info@segnimutanti.it

[06-10-2009]

 
Lascia il tuo commento