Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

La Lazio all'Olimpico non vince pių

Nuovo stop casalingo per i ragazzi di Ballardini. Vince il Parma 2-1

Il giocattolo si è rotto. Dopo l'ottimo avvio stagionale, la squadra di Davide Ballardini ha iniziato a perdere colpi. Dopo le sconfitte interne con Juventus e Salisburgo, inframezzate dal positivo pareggio di Catania, è arrivato il nuovo black out allo stadio Olimpico contro un non irresisistibile Parma. Il 2-1 finale a favore degli emiliani è anche frutto di un secondo tempo giocato in inferiorità numerica per l'espulsione di Kolarov per proteste che ha danneggiato e non poco i compagni di squadra. Contro i gialloblu Ballardini cambia poco o niente riproponendo ormai quella che appare come la formazione base titolare con Cruz e Zarate sostenuti in avanti da Matuzalem.

LA PARTITA - Già dall'avvio i biancocelesti faticano a trovare il bandolo della matassa, soprattutto in mezzo al campo dove Galloppa, Mariga e Dzemaili hanno sistematicamente messo sotto Dabo, Baronio e Mauri. Nel primo tempo Zarate e Cruz rimangono isolati rispetto al resto della squadra e al 21' è il Parma a passare in vantaggio grazie al  contropiede finalizzato da Bojinov. Gol contestatissimo dalla Lazio, visto che l'azione è nata e terminata con Baronio a terra infortunato e con lo stesso tecnico degli emiliani, Guidolin, che si sbraccia per chiedere, inutilmente, ai suoi di fermare il gioco. Nel finale di tempo doppio errore arbitrale che prima concede un rigore quanto mai dubbio per un 'fallo' di Mariga su Cruz - penalty trasformato da Zarate - e pochi minuti dopo si ripete vedendo uno sgambetto di Kolarov su Bojinov - dagli undici metri realizza Amoruso. L'arbitro inoltre ammonisce il terzino laziale per il fallo e, viste le reiterate proteste, tira fuori nuovamente nel giro di pochi secondi il cartellino giallo: doppia ammonizione per il serbo e cartellino rosso che lascia la Lazio in dieci uomini. In superiorità numerica la squadra di Guidolin nella ripresa amministra il risultato con la Lazio che si affida più alle giocate, un po' sterili, dei singoli. A poco servono gli ingressi di Foggia e Meghni per scuotere la squadra.

Francesco Lanna

Lazio-Parma 1-2
21' pt Bojinov, 42' pt rig. Zarate, 46' rig. Amoruso
LAZIO (4-3-1-2): Muslera, Lichtsteiner, Diakitè, Siviglia (34' pt Cribari), Kolarov, Dabo, Baronio (30 st Meghni), Mauri, Matuzalem (1' st Foggia), Cruz, Zarate. All.: Ballardini.
PARMA (3-5-2): Mirante, Zaccardo, A. Lucarelli, Dellafiore (24' st Paci), Zenoni, Mariga, Galloppa, Dzemaili (31' st Morrone), Castellini, Bojinov, Amoruso (37' st Paloschi). All.: Guidolin.
Arbitro: Velotto di Grosseto
Espulso: Kolarov per doppia ammonizione per proteste.
Ammoniti: Mauri, Dabo, Foggia, Paloschi

[24-09-2009]

 
Lascia il tuo commento